Per prendersi cura del territorio, creare relazioni, condividere saperi e nuove sinergie la Fondazione Circolo dei lettori di Torino coordina, collaborando con diverse realtà piemontesi, Storia di un campione. 100 anni di Fausto Coppi, progetto della Regione Piemonte, un anno di eventi ideati per celebrare il corridore più famoso e vincente dell’epoca d’oro del ciclismo. Un piemontese eccezionale, le cui gesta sono state narrate dai grandi scrittori dell’epoca.

Si intitola Storia di un campione. 100 anni di Fausto Coppi il progetto della Regione Piemonte, realizzato dalla Fondazione Circolo dei lettori e Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale, in collaborazione con DMO Piemonte Marketing e Piemonte Dal Vivo, con la partecipazione di Alexala – Agenzia Turistica Locale della provincia di Alessandria, Comune di Castellania, Comune di Novi Ligure, Comune di Tortona, Camera di Commercio di Alessandria, Casa Coppi, Comitato Colli di Coppi, Comitato Sestriere Bike, Comune di Cuneo, Consorzio Turistico Terre di Fausto Coppi, Museo Alessandria Città delle Biciclette, Museo dei Campionissimi, Veloce Club Tortonese.

Un progetto che scatta oggi anche da Alessandria Palazzo Monferrato sede del Museo AcdB con il primo di una serie di appuntamenti del e sul territorio che ha dato i natali a Fausto Coppi. Coppi è di tutti ma è soprattutto di chi lo ama da sempre anche per la timidezza della sua terra, quella stessa che si portò in bicicletta conquistando il mondo e il cuore di tutta gesta gente, che batte ancora generazione dopo generazione per lui.

Quella timidezza sicura che è stata una carta vincente per il Grande Airone diventa campionissima occasione per il Territorio che si vuole proporre non solo per sport ma anche e soprattutto per turismo un territorio capace di mettere in campo forze utili a valorizzare risorse ancora poco conosciute per attrarre turismo e specialmente cicloturismo, di ogni genere, agonistico (quello dei grandi eventi) e culturale (quello che porta in bicicletta fra musei e opere d’arte per esempio) e anche lento: quello tagliato su misura di quel viaggiatore o di quei viaggiatori anche in famiglia che preferiscono degustare bellezze, paesaggi e prodotti di una Terra così ricca e varia,  pedalando pian piano senza fatica, magari su una e-bike, scendendo spesso dalla sella per abbeverarsi alla fonte di una regione – il Piemonte – che ha ancora molti angoli da proporre come nuovi: belli da scoprire e riscoprire. Dove c’è sempre una storia, quasi sempre legata ad un campione o ad un gregario della bicicletta!

Il Centenario di Coppi è dunque anche un’occasione per tirare la volata al turismo che ha registrato in queste zone numeri importanti in crescita: Siamo aumentati di circa il 27 per cento in termini di presenze, di arrivi  ed è una crescita riferita all’ultimo decennio – ha detto Roberta Panzeri segretario generale di Camera di commercio di Alessandria – Siamo entusiasti dei dati del 2017 che avevano dato questa importante performance, sono dati “datati” in attesa dei nuovi che stanno arrivando ma sappiamo già che questo trend positivo sarà confermato.

Lo screening turistico che ci fa ben sperare parte da queste informazioni ufficiali:  l’Italia è il quinto Paese più visitato al mondo, dopo Francia, Usa, Spagna e Cina. L’industria turistica nazionale vale 70,2 miliardi di euro (4,2% del Pil) e il suo valore sale a 172,8 miliardi di euro cioè 10,3% del Pil, se si aggiunge anche l’indotto, per un totale di circa 2,7 milioni di lavoratori impegnati nel settore (Fonte: dati World Travel and Tourism Council 2016).

Aggiunge Roberta Panzeri dati alla mano:  Nella classifica italiana, dominata da Veneto, Toscana e Lombardia, il Piemonte è al decimo posto con quasi 15 milioni di presenze e in ottava posizione con oltre 5 milioni di arrivi. Il Piemonte è la prima Regione al Mondo da visitare secondo la “Best In Travel 2019” di Lonely Planet. La guida, che comprende una classifica delle mete e delle destinazioni di tendenza, indica, per la prima volta una regione italiana, al top, grazie ad un patrimonio di grande interesse per i viaggiatori.  Il turismo anche per la provincia di Alessandria rappresenta un ambito sempre più rilevante nell’economia del territorio, con grandi potenzialità e significativi margini di crescita.

Sulla base dei dati ad oggi disponibili (anno 2017, i dati 2018 verranno pubblicati probabilmente il prossimo mese di marzo), la provincia di Alessandria evidenzia sul fronte un trend molto positivo. Basti pensare che ha avuto una crescita costante in dieci anni che ha portato nel 2017 un aumento del 27,5% sugli arrivi e del 27,4% sulle presenze.

Le presenze totali nel 2017 (756.963) registrano una variazione rispetto al 2016 di +6,67% (+47.323). Per il 59% sono presenze di provenienza Italia; per il 41% di provenienza estero. In particolare, circa l’estero, le presenze provengono principalmente da Germania, Paesi Bassi, Francia, Svizzera e Liechtenstein. Gli arrivi totali nel 2017 (332.541) registrano una variazione rispetto al 2016 di +2,91% (+9.405). Per il 58% sono arrivi di provenienza Italia; per il 42% di provenienza estero. In particolare, circa l’estero, gli arrivi provengono principalmente da Francia, Germania, Svizzera e Liechtenstein Paesi Bassi.

Le strutture ricettive sono cresciute, dal 2008 al 2017, del 47%, passando da 472 a 694. E’ rilevato un calo degli alberghi da 1 e 2 stelle, un aumento dei 3 stelle e un’invarianza negli alberghi 4 e 5 stelle. In aumento gli agriturismo, i bed & breakfast e alloggi vacanze. Il turismo in provincia di Alessandria si concentra principalmente nei centri zona di Acqui Terme, Alessandria e Novi Ligure.

Dalle analisi condotte, emerge un territorio che afferma con forza la propria vocazione come destinazione turistica “di eccellenza” e che si caratterizza come autentica, attiva e sostenibile, capace di valorizzare le sue ricchezze, dalle eccellenze enogastronomiche al patrimonio culturale immateriale nel suo complesso. Ma emerge anche una crescente consapevolezza, tanto tra gli operatori quanto tra gli amministratori locali, dell’importanza del settore turistico e di come questo possa costituire una risorsa preziosa nel rilancio e sviluppo del territorio.

ECCO UNA VIDEO INTERVISTA REALIZZATA DA RADIOGOLD
IN OCCASIONE DELLA CONFERENZA STAMPA DI CAMERA DI COMMERCIO AD ALESSANDRIA SUL TEMA DEL CICLOTURISMO COPPIANO QUI

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.