100 percorsi geomappati, 4300 km attraverso 5 siti Unesco, 355 comuni, 17 parchi e riserve, 136 tra Dop, Dogc e Igp, 200 strutture ricettive a misura di biker…E poi pievi castelli e borghi. Un portale per risposte a misura di tutti i pedali in cinque terre del Piemonte.

#PiemonteBike.eu – P come Piemonte. P come Pedalare. P come Per tutti i tipi di biciclette e di Percorsi. Ecco la proposta di Piemontebike.eu, un portale (altra P) che ti porta a conoscere strade, itinerari e companatici, in una regione che ha il ciclismo dalla storia all’attualità nel suo DNA e lo vuole ribadire. Anche pedalando in angoli inaspettati e bellissimi, poco popolari forse, ma molto apprezzati poi da un nuovo turismo lento che si avvicenda adesso – finalmente – anche nel Basso Piemonte e non si accontenta più solo delle meravigliose Langhe, vuole scoprire il Monferrato in lungo e in largo, e un Territorio ampio che ne comprende 5, che ha molto da offrire. E per tutti i gusti.

Va da sé che oggi per pedalare sulle colline del Monferrato Patrimonio Unesco, c’è un’offerta imbarazzante fra filari, infernot, cantine storiche, bricchi delle Langhe o castelli di Barolo, antiche vie astigiane dei pellegrini medioevali, della serie di pieve in pieve e ancora le vie del sale tra Alpi e mare, le strade dei Campionissimi tra Castellania e Oropa. Insomma c’è tutto un bel mondo da scoprire a due ruote che risponde ad ogni esigenza di bicicletta e di ciclista. Turisti compresi.

Orientarsi e scegliere si può: basta cliccare su Piemontebike.eu, il portale realizzato in sinergia con la Regione Piemonte e scegliere su una mappa che comprende ben cinque territori a due ruote: le Langhe e il Roero, l’Alessandrino (col Monferrato) e l’Astigiano (con Monferrato e Langa astigiana), il Cuneese e il Biellese.  Ognuna con le proprie eccellenze,  sono tutte proposte di territorio accomunate da scorci  straordinari e da storie di biciclette di ieri e di oggi.

Su questo sito c’è tutto quel che serve per organizzarsi: informazioni turistiche, strutture con servizi dedicati,  punti noleggio e assistenza. Ma soprattutto, itinerari  circostanziati per difficoltà, lunghezza, pendenza, caratteristiche tecniche e paesaggistiche. Ce n’è per tutti i gusti, per tutti i tipi di bici e per ogni tipo di biker, sia su strada che su sterrati.  Una proposta turistica, che sia short break o soggiorno, in un paesaggio mozzafiato, fra arte e sapori, con il piacere del movimento  su due ruote alla portata di tutti, esperti e non, e modulabile a seconda della durata: tanto, c’è l’accoglienza tutta dedicata al turista in bici delle strutture di Piemontebike.  Orientarsi  nella scelta è semplice. I percorsi sono individuabili o in base alla area geografica o per temi o in base alla tipologia di bici.

Sono almeno 100 i percorsi geomappati proposti dal portale: 4300 km attraverso 5 siti Unesco, 355 comuni, 17 parchi e riserve, 136 tra Dop, Dogc e Igp, 200 strutture ricettive che nel corso di questi ultimi anni si sono messe al servizio di chi pedala e hanno portato avanti un progetto turistico molto al passo con i tempi.

Scarica QUI tutta la cartella stampa!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.