#Gazzaladra –  Facce da Giro – Facebook del Giro. Facce e parole rubate per essere messe sulla carta rosa. Quella che organizza la Corsa a Tappe più dura del mondo… Se sei una o uno che la mattina inizia solo con il caffè e la Gazzetta dello Sport da leggere al contrario. Se sei una o uno che legge i titoli perché sempre di corsa ma poi si fa rapire in un secondo e cerca, dentro ai pezzi, cerca l’emozione della letteratura e del racconto. Dello sport. Se sei una Gazzaladra come me, seguimi. Ruberemo insieme ritagli di racconti, di storie, di parole che sono il fulcro di un mondo.  Il nostro mondo. Un mondo che soprattutto pedala. Suda. Conquista. Si dà da fare! E se lo segui, ti saprà restituire molto, moltissimo. E sarà sempre meglio di tutto il resto. Nello sport e nella vita. Come diceva mio padre… Basta bearti di essere anche tu una Gazzaladra… @lucianarota 

Scrive sulle colonne della Gazza il vicedirettore Pier Bergonzi: Yates è livido di tensione, Dumoulin ha il ghigno di chi è pronto a balzare sulla preda, Pozzovivo ha la rabbiosa motivazione di chi si sente sottostimato e Froome ha di nuovo lo sguardo laser di chi è pronto a scatenare l’inferno…

Così ieri a Pratonevoso dove arriva la fuga. Il tedesco Maximilian Schachmann ha conquistato la quinta vittoria di tappa per la Quick-Step Floors al Giro d’Italia dopo le quattro di Elia Viviani, stesso bottino dello scorso anno per la squadra belga (quattro di Fernando Gaviria e una di Bob Jungels). Ha approfittato della prima fuga da lontano vincente di questo Giro. Il finale in salita è stato indigesto al leader della corsa Simon Yates (Mitchelton – Scott) che ha perso secondi da Tom Dumoulin (Team Sunweb), Domenico Pozzovivo (Bahrain – Merida) e Chris Froome (Team Sky), i suoi più diretti rivali in Generale. Il suo vantaggio sul campione in carica è ora ridotto a soli 28 secondi.

RISULTATO FINALE
1 – Maximilian Schachmann (Quick-Step Floors) – 196 km in 4h55’42”, media 39,770 km/h
2 – Ruben Plaza (Israel Cycling Academy) a 10″
3 – Mattia Cattaneo (Androni Giocattoli – Sidermec) a 16″
4 – Christoph Pfingsten (Bora – Hansgrohe) a 1’10”
5 – Marco Marcato (UAE Team Emirates) a 1’26”

CLASSIFICA GENERALE
1 – Simon Yates (Mitchelton – Scott)
2 – Tom Dumoulin (Team Sunweb) a 28″
3 – Domenico Pozzovivo (Bahrain – Merida) a 2’43”
4 – Chris Froome (Team Sky) a 3’22”
5 – Thibaut Pinot (Groupama – FDJ) a 4’24”
6 – Miguel Angel Lopez (Astana Pro Team) a 4’54”

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel – Simon Yates (Mitchelton – Scott)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo – Elia Viviani (Quick-Step Floors)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – Simon Yates (Mitchelton – Scott), maglia indossata da Giulio Ciccone (Bardiani CSF)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin – Miguel Angel Lopez (Astana Pro Team)

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.