#Giro101 – Alberto Contador in esclusiva su Eurosport: A Froome non basterà l’orgoglio, il padrone del Giro è Yates

Alberto Contador non ha dubbi: nonostante la grande prova di Chris Froome sullo Zoncolan, soltanto una crisi impedirebbe a Simon Yates di giungere in trionfo a Roma.

L’ex ciclista spagnolo, uno dei sei eletti ad aver vinto Giro d’Italia, Tour de France e Vuelta, non crede che il distacco accumulato da Yates durante queste prime settimane possa essere azzerato, neanche da Chris Froome. Se mi aspettavo Froome più vicino al comando o alla maglia rosa? No, perché ha condotto l’intera stagione in questo modo. E’ vero che la preparazione ad una grande gara non è come tutte le altre, ma non l’ho visto trasmettere sensazioni positive come nelle stagioni precedenti, a quanto pare nessuna chance, dunque, per il cronoman del Team Sky. Per Contador infatti, riguardo alla performance di Froome nella chimerica tappa dello Zoncolan, si è trattato soltanto di orgoglio e non di vera e propria forza fisica.

Nell’intervista esclusiva concessa ad Eurosport, El Pistolero si è espresso anche su Simon Yates, dedicando a lui parole al miele: Non mi sorprende vedere la maglia rosa indosso a Yates, pur non essendo inizialmente il suo nome tra i favoriti, non lo si può considerare una rivelazione. Era qualcosa di prevedibile.

Anche un’importante investitura e qualche consiglio tra le sue dichiarazioni: Yates come me al Giro 2011? In parte si, ma non è più giovanissimo e, se vuole restare al top, deve evolversi. Di sicuro, in termini di esperienza e sicurezza, sta vivendo una grande crescita, e per finire: E’ forte e i suoi avversari sempre più deboli, resisterà fino alla fine.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.