I Percorsi dell’Anima in bici propongono una rosa di itinerari cicloturistici che si prestano ad essere percorsi sia dai punti di partenza e/o arrivo previsti, sia “a margherita”, una soluzione per dimenticarsi della macchina e scoprire il territorio dell’entroterra campano in sella alla propria bicicletta, mantenendo un punto fisso di partenza.
Gli itinerari sono molto versatili e si adattano alle disponibilità temporali di chi vuole percorrerli. Si va dalla dall’uscita di una giornata (mezza giornata per i più allenati), ad un piccolo viaggio di 3/4 giorni per scoprire, “petalo dopo petalo” un’intera zona.
I punti di partenza che si possono scegliere sono distribuiti in quattro province campane: Pagani in provincia di Salerno, Nola in provincia di Napoli, Mercogliano e Sant’Angelo dei Lombardi in provincia di Avellino e la città di Benevento. Le pedalate possono partire indifferentemente da uno di questi quattro punti di partenza, se invece il ciclista pensa di dedicare più giorni alla scoperta dell’Irpinia è consigliabile mantenere un punto di partenza fisso nei pressi di Avellino e percorrere uno dei quattro bracci dei Percorsi dell’anima.
Il punto più alto dei percorsi dell’anima è il Santuario di Montevergine che con i suoi 1270 m.s.l.m. domina e protegge il territorio ed è visibile da valle da diverse angolazioni. Montevergine è tra i luoghi di pellegrinaggio più visitati al mondo, ogni anno accoglie quasi un milione i visitatori. Nola e Pagani sono invece punti di partenza in pianura, facilmente raggiungibili anche con il treno.
Circa 80 i Comuni attraversati, tra i più rilevanti ed interessanti da un punto di vista turistico ci sono Pagani, Nola, Avellino, Mercogliano, Summonte, Sant’Angelo a Scalo, Sant’Angelo dei Lombardi, Benevento, Lauro, Pietrastornina, Forino, Montemarano, Ospedaletto d’Alpinolo, Atripalda, Monteforte Irpino.
I percorsi si articolano su strade asfaltate complessivamente in buono stato, frequente è la presenza di sorgenti d’acqua e fontanine. Molto interessanti i centri storici dei borghi attraversati, è possibile trovare anche negozi di bici (a Mercogliano, Nola, Pagani, Avellino, Benevento) per assistenza meccanica.
Il periodo migliore per pedalare lungo questi percorsi son è quello che va da marzo a novembre. Nei mesi invernali le condizioni climatiche diventano più impegnative, quindi è importante equipaggiarsi bene e prepararsi all’eventualità di neve e strade ghiacciate.
Gravel, bici da strada ed ibride sono le bici più adatte per affrontare questi percorsi, consigliabile anche la mountain bike per chi, una volta raggiunto il Santuario di Montevergine, decidesse di scendere per lo sterrato.
Nello specifico gli intinerai sono i seguenti:
– Pagani – Montevergine: dal Santuario della Madonna delle Galline al Santuario di Montevergine 52 km.
– Nola – Sant’Angelo dei Lombardi: dalla Cattedrale di Nola all’Abbazia del Goleto 73 km;
– Montevergine – Benevento: dal Santuario di Montevergine al Duomo di Benevento 39 km;
I “Percorsi dell’Anima” rappresentano un progetto complesso messo in atto dalla Regione Campania, con l’Assessorato al Turismo per valorizzare le mete religiose e spirituali delle aree interne della Campania.

I percorsi cicloturistici saranno dotati di cartellonistica dedicata (in corso di progettazione), app, tracce gpx, audioguide, passaporto del viaggiatore.
Il cicloviaggiatore potrà richiedere il “Passaporto del Viaggiatore dei Percorsi dell’Anima”, un documento che attesta che la persona che ne è in possesso sta attraversando i “Percorsi” raggiungendone le diverse mete “sacre”. Infatti in ogni luogo di attrazione religiosa, che il cicloturista raggiungerà, grazie alla collaborazione con la Conferenza Episcopale Campana, potrà ricevere un timbro.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.