Ce n’è per tutti i gusti: cronometro, scatto fisso, ciclostorica e gran fondo. Ecco il menu preso d’assalto per la settimana santa di Trento Monte Bondone Valle dei Laghi che celebra la passione per la bicicletta!

12ᵃ “La Leggendaria Charly Gaul” da venerdì a domenica a Trento,  2300 iscritti alla sfida domenicale, 220 alla cronometro di venerdì a Cavedine (TN). Tante iniziative a cominciare dalla mostra sui 200 anni della bicicletta di mercoledì 5 luglio 2017 al MUSE di Trento. Interverranno nel corso del talk show “200 anni e non sentirli” Aldo e Francesco Moser, Tiziano Uez, Carola Gentilini, Alessandro Andreatta, Dario Broccardo, Lino Giacomoni, Roberto Bonmassari e Pietro Gottardi

I numeri fatti registrare dalla dodicesima edizione de “La Leggendaria Charly Gaul” si avvicinano a battere ogni record, quando mancano ancora alcuni giorni alla chiusura delle iscrizioni la gara dedicata all’“angelo della montagna” può vantare già 2300 iscritti, mentre sono 220 i partecipanti alla cronometro di Cavedine (TN) che venerdì 7 luglio aprirà la serie di eventi dell’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi ed ASD Charly Gaul Internazionale. Merito anche e soprattutto delle “quote combinate” che permettono tuttora d’iscriversi ad entrambe le prove agonistiche firmate UCI Gran Fondo World Series. Fino a giovedì 6 luglio l’iscrizione ai percorsi granfondo e mediofondo de “La Leggendaria Charly Gaul” o alla cronometro ammonta a 69 euro, mentre aggiudicarsi la proposta assieme ad una maglia tecnica a maniche corte della gara porterà la cifra a 99 euro. L’offerta in abbinata che prevede la partecipazione sia alla dodicesima edizione della granfondo che alla cronometro di Cavedine è invece di 89 euro, oppure di 119 euro per chi desiderasse anche sfoggiare la maglia tecnica.

A dir poco fascinosa la prova di venerdì dedicata ai cronomen, nel corso di 24 km con start ed arrivo a Cavedine, immersi nella spettacolare e rilassante Valle dei Laghi, la quale regala un paesaggio unico ed avvolgente ed una sfida altamente competitiva. I percorsi “leggendari” di domenica saranno invece di 141 km e 4000 metri di dislivello e di 57 km e 2000 metri di dislivello, entrambi con partenza da Piazza Duomo a Trento ed arrivo ai 1654 metri di quota di Vason sul Monte Bondone, valevoli per gli ambiti circuiti Alpe Adria Tour, Alé Challenge (new entry) InBici Top Challenge e Dalzero, i quali selezionano le sfide granfondistiche più importanti del Belpaese.

Gli eventi sportivi dell’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi ed ASD Charly Gaul Internazionale sono una gioia per il palato affamato dei contenders, ma vengono sempre accompagnati da iniziative per tutta la famiglia ed interessanti spunti culturali, come nel caso della mostra per i 200 anni della bicicletta.

Mercoledì 5 luglio 2017, alle ore 18 al MUSE di Trento, infatti, interverranno nel corso di un talk show intitolato “200 anni e non sentirli” personaggi del calibro di Aldo e Francesco Moser, alla cui famiglia è intitolata anche la ciclostorica “La Moserissima” di sabato, Tiziano Uez, Assessore con delega per le materie dello sport e della semplificazione, Carola Gentilini, Direttrice del Museo del Ghisallo di Magreglio, Alessandro Andreatta, Sindaco di Trento, Dario Broccardo, Presidente del Comitato Regionale Trentino Federciclismo, Lino Giacomoni, Comandante della Polizia Locale di Trento, e Roberto Bonmassari, Direttore del reparto di Cardiologia dell’Ospedale di Trento. Quella della bicicletta è una lunga storia, che a Trento vanta alcuni dei propri esponenti principali. La città tridentina omaggerà così l’“amica di sempre”, un rapporto idilliaco che prosegue ancor oggi. La mostra valorizzerà la scia del tempo a due ruote, fra immagini d’epoca a ritroso attraverso un’esposizione di bici storiche, oltre ad una monografica di Vito Liverani dedicata a Fausto Coppi.

L’evento, promosso dal Comune di Trento – Servizio Sport, APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi e MUSE – Museo delle Scienze di Trento in collaborazione con il Museo del Ghisallo di Magreglio e Veteran Car Team di Bolzano, verrà condotto dal giornalista sportivo Pietro Gottardi.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.