Ecco i percorsi per pedalare in un Piemonte a misura di bike, ce ne è per tutti i gusti e le taglie. Per esperti, per cicloamatori veri, per turisti curiosi, enogastronomici, green… Con bici da strada o fuoristrada, tutti su un filo rosa: le strade dei Campionissimi di questo #Giro100

#ingirocolgiro – Pedalare sì, ma su quale percorso? Ce n’è per tutti i gusti, dagli itinerari semplici sui sentieri, alle strade mappate con percorsi più impegnativi.  Sono i percorsi geo-tematici presenti nella sezione alessandrina del sito http://www.piemontebike.eu (oppure www.piemonteciclabile.com)   –  realizzato in sinergia con la Regione Piemonte e con le altre ATL  della provincia di  Asti e di Cuneo – e sono tutti itinerari  circostanziati per difficoltà, lunghezza, pendenza, caratteristiche tecniche e paesaggistiche, ricettività ecc.

Entrando nel dettaglio della proposta turistica In Giro col Giro, confezionata in rosa da Alexala Atl alessandrina che cura il Piemonte Ciclabile, in occasione della centesima edizione della corsa a tappe italiana ha sviluppato un progetto in sinergia con le strutture consorziate bike friendly, il quale tocca il territorio piemontese monferrino.

Ed è una proposta davvero alla portata di tutti e propone la riscoperta della pace mistica di Santuari e Cappelle votive, incastonate in boschi secolari, del lento scorrere di mille torrenti e fiumi, lungo vallate morbide su cui si affacciano colline ricche di vigneti e di frutteti.

E ancora, l’emozione del mare a quadretti delle risaie che specchiano il sole e le nuvole, la suggestione della storia dei castelli arroccati sulle cime dei bricchi. E per chi ama l’arte e la pittura, imperdibile il binomio Castellania Coppi-Pelizza da Volpedo, pedalando davvero fra due miti che hanno reso famoso in tutto il mondo il nostro Territorio.

II PERCORSI CON LA GUIDA! Prendendo spunto dai percorsi geomappati del sito www.piemontebike.eu, la novità di questa stagione che festeggia i 200 anni della bicicletta è la possibilità di prenotare una gita in bicicletta guidata, anche attraverso percorsi personalizzati e soprattutto avvalendosi di guide esperte capaci di fare apprezzare e scoprire i paesaggi e le bellezze d’arte oltre che natura e prodotti enogastronomici tipici, in un emozionante viaggio sulle  strade del Giro d’Italia non senza qualche fuori tracciato davvero imperdibile.

È un’idea che arriva dalle strutture ricettive bike friendly che fanno parte del circuito di Piemontebike.eu e che propongono  una  suggestiva  fruizione del territorio su due ruote: si tratta di proposte da uno, due o più giorni, con bici proprie o messe a disposizione, servizi navetta e, per chi lo desidera, la calda ospitalità delle strutture (B&B, agriturismo,  hotel di charme, eccetera)  con servizi pensati per gli amanti della bici e del turismo lento a due ruote. Info su www.piemontebike.eu e info e prenotazioni a: piemontebike@gmail.com.

ARTICOLI CORRELATI QUI

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.