Beata folle gioventù.  Ecco servita la medaglia made in Italy del  campionato del Mondo UCI Mtb Val di Sole 2016 di downhill che festeggia la sua giornata show con l’iride con la splendida vittoria della bolzanina Alessia Missiaggia

#SpecialeValdiSole – E non chiamarlo più sesso debole. perché è giovanissima ed è una woman della downhill, è anche made in Italy, ma soprattutto, da pochi minuti in Val di Sole è la vincitrice della categoria juniores donne al campionato del Mondo UCI Mtb 2016.

Residente a Bolzano, 17 anni, l’azzurra è già stata protagonista in Coppa Europa con tre successi e un terzo posto in Coppa del Mondo assoluta quest’anno a Lenzerheide in Svizzera. Oggi la grande impresa un po’ a sorpresa. Ieri aveva segnato il quinto miglior tempo nelle prove cronometrate ma stamani è stata protagonista di una gara perfetta con linee di discesa impossibili da ripetere per le avversarie. Ha concluso la gara in 5’29”011.

L’argento è andato alla statunitense Samantha Kingshill (+11”946) e il bronzo alla francese Flora Leosin (+25”960), vittima due giorni fa di una caduta con conseguente trasferimento in elicottero all’ospedale di Trento per accertamenti. Quarta l’altra azzurra Beatrice Migliorini (+39”338) incapace oggi di ripetere la grande prestazione nelle prove dove aveva ottenuto il secondo tempo.

La nuova campionessa del Mondo downhill juniores gareggia da tre anni e normalmente si allena attorno a Bolzano e in Trentino. Ha studiato al Rainerum di Bolzano e ora si trasferirà in Canada nella Nuova Scozia per studiare e allenarsi.

Alle 12.40 con la gara Elite donne e alle 13.45 con la gara Elite uomini il Campionato del Mondo Mtb Val di Sole 2016 entrerà nel vivo. Migliaia gli spettatori assiepati nel parterre e lungo la Black Snake, la pista definita più folle e selvaggia della Mtb mondiale. Dove vincono solo i grandi campioni.

La nuova campionessa del Mondo downhill juniores gareggia da tre anni e normalmente si allena attorno a Bolzano e in Trentino. Ha studiato al Rainerum di Bolzano e ora si trasferirà in Canada nella Nuova Scozia per studiare e allenarsi.  «Alessia ha corso in modo impeccabile –  ha commentato il ct RobertoVernassa –. Ha vinto la sua grande costanza e continuità perché ha realizzato una gara perfetta, senza errori su di un percorso veramente difficile per le donne soprattutto di questa categoria».

«Per il quarto posto di Beatrice Migliorini c’è un po’ di rammarico – ha detto il CT – Eppure se penso che oggi abbiamo vinto l’iride, registrato un quarto posto e se non ci fosse stata la caduta dello junor Alessio Bianciotto, in testa nella qualifica, senza dubbio ci saremmo giocati un altro podio… beh, posso dire che il grande lavoro svolto fino ad ora è più che soddisfacente». (fonte Nicer – Ufficio Stampa Turismo Val di Sole – foto credits Pierre Teyssot)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.