Copenaghen è stata nominata la città più ciclabile al mondo, la Danimarca ha una cultura ciclistica unica e i Danesi amano il Tour de France ecco perché questo è il luogo più adatto a ospitare il via della Grand Boucle. Così la pensa il governo danese e lo ha ribadito in questi giorni, a Parigi, con la presentazione all’ASO della candidatura per la partenza del Tour de France 2019, 2020 o 2021

Il Ministro Danese per lo Sviluppo e la Crescita, Troels Lund Poulsen e il Sindaco di Copenaghen, Frank Jensen, hanno incontrato l’ASO alla Maison du Danemark a Parigi per presentare la candidatura ufficiale Danese per ospitare la Grand Départ del Tour de France al suo direttore Christian Prudhomme.

La presentazione ha illustrato come la cultura ciclistica danese, unica nel suo genere, renda la Danimarca, e soprattutto la sua capitale Copenaghen, una scelta naturale per l’inizio del Tour de France nel 2019, 2020 o 2021.

Copenaghen è una città ideale per il ciclismo, grazie a più di 390 chilometri di piste ciclabili, ponti e autostrade concepite per le biciclette. Quasi la metà della popolazione di Copenaghen usa le biciclette quotidianamente per andare a lavoro o a scuola.

Questo fa di Copenaghen una città più verde, più felice e salubre dove vivere e da visitare. I danesi, in generale, sono dei veri appassionati di ciclismo, sia come mezzo di trasporto personale che come sport agonistico. La maggior parte di essi, inoltre, sono fan sfegatati del Tour de France.

Il ministro per lo Sviluppo e la Crescita, Troels Lund Poulsen ha dichiarato: «Credo che la Danimarca abbia molto da offrire al Tour de France, la Danimarca è una nazione ciclabile, e la Grand Départ in Danimarca darebbe un valore aggiunto alla più grande corsa ciclistica del mondo, mostrando come le bici siano una parte naturale della vita quotidiana in Danimarca. Abbiamo anche una grande esperienza nell’ospitare gli eventi sportivi internazionali più importanti, e per la Grand Départ Danese abbiamo organizzato delle fantastiche tappe attraverso paesaggi mozzafiato, passando per città storiche e monumenti affascinanti, spero che oggi siamo riusciti a fare passare il messaggio al direttore Prudhomme».

15642_1130

Il sindaco di Copenaghen, Frank Jensen, naturalmente pensa e pedala nella stessa direzione: «Sono molto contento di essere riuscito a presentare la candidatura danese all’ASO. Copenaghen è famosa in tutto il mondo per essere una città ciclabile e quest’immagine calza a pennello per la grande corsa del Tour de France. Il Tour è uno degli eventi sportivi più importanti e più amato dai danesi. Sarebbe un’opportunità unica mostrare la nostra bellissima città e il nostro bellissimo paese e ispirare il resto del mondo ad abbracciare il potere dei pedali».

Il CEO, Sport Event Denmark, Lars Lundov ha ribadito infine che: «La Danimarca ha una grande tradizione nell’organizzazione degli eventi sportivi internazionali più importanti e specialmente nel ciclismo abbiamo avuto l’onore di ospitare sia l’UCI Road World Championship 2011 che la Partenza del Giro d’Italia 2012. Ospitare la Grand Départ del Tour de France sarebbe una grande opportunità per dimostrare ancora una volta la posizione della Danimarca come nazione e destinazione ciclistica».

La più grande corsa ciclistica al mondo incontra la città più ciclistica al mondo è lo slogan della candidatura, che include tre tappe del Tour de France in Danimarca: la tappa di apertura con una crono individuale attraverso il centro storico della città di Copenaghen, una seconda tappa da Roskilde a Odense attraverso il Ponte del Grande Belt e infine una terza tappa da Vejle a Sønderborg.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.