Ci sono notizie che comunicano da sole. Come video. Come spot. Sociali. Utili. Che ti fissano e si fissano. Nella mente. E fanno il loro dovere. Come questo che incontriamo #sullabuonastrada e che è promosso dal  Comunicatorepubblico. Noi lo riproponiamo anche qui perché serve. È chiaro, efficace, diretto. E non fa solo riflettere. Fa prendere la traiettoria giusta. Quella da cui si può anche tornare indietro, perché è più sicura. Non lascia strascichi. Debiti. Ferite impossibili da curare.

Tu ed io siamo Carolina. Siamo lei, un po’ tutti. Tutti o molti di noi hanno mandato un sms o una mail mentre eravamo alla guida di un’auto. E tutti vogliamo – specialmente qui su Cyclemagazine – che si tenga la giusta distanza se si deve superare un corridore sulla strada. Magari imprechiamo perché (e non c’è nemmeno una gara in corso!) lui occupa tutta la strada con due o tre ciclo-suonati che pedalano in gruppetto senza accorgersi che bloccano il traffico. Imprechiamo ma stiamo attenti. Ci vuole rispetto. E rispettiamo. Da due a quattro ruote. Non c’è differenza. E soprattutto tu, come me, come noi: non essere Carolina.

Rimettiamoci #sullabuonastrada. Condividiamo. E facciamo le cose per bene. Per voltarci indietro sereni. Anche in bicicletta!

Tornare indietro è impossibile, resta sulla buona strada

Questo il claim della nuova campagna istituzionale promossa dal nostro Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Il Ministero guidato da Graziano Delrio ha affrontato cinque cause di incidenti mortali dovuti ai comportamenti sulla strada: cinture di sicurezza non allacciate, uso del cellulare alla guida, velocità e mancanza di attenzione, mancato uso del seggiolino per i bambini, mancato uso delle luci in bici. La campagna, tutt’ora in corso e appaltata a TBWA Italia, è supportata da video, manifesti e sui social network.

Il MIT ha creato per l’occasione la sua pagina Facebook e lanciato un hashtag su Twitter: #sullabuonastrada.

Ecco un video da guardare e riguardare. Condividere! SICUREZZA STRADALE

 

 

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.