Un tracciato per generare tracciati. Aveva proprio ragione Henri Lefebvre a sostenere che a pensare l’impossibile, si realizza il possibile. Già perché oggi VENTO è un po’ più possibile di ieri visto che il Ministro Graziano Delrio, nella straordinaria cornice del Teatro Ponchielli di Cremona, ha definitivamente sciolto le riserve dicendo a tutti che VENTO si farà. Il Governo sosterrà le spese di progettazione definitiva rendendo il progetto “appaltabile”.

Apre così il notiziario a due ruote sulla strada di un progetto che piace a tutti. E non pedala controvento. Scusate il gioco di parole. Non ce n’è uno che sia contro. Perché inforcare una bici e produrre energia positiva: per sport per turismo per divertimento per viaggio… è cultura ed economia. In movimento. Piace eccome. Anche a noi di Cyclemagazine.eu e ci mancherebbe ancora. Ci piace e ci porta in Piemonte, che è un po’ nostro e vostro, perché è cultura e storia di ciclismo. E si sta muovendo bene verso progetti che si incrociano a due ruote. Come VENTO.

Scrivono sul sito ufficiale: VENTO smette di essere impossibile da oggi. Finalmente le potenzialità del cicloturismo in quanto leva culturale, paesaggistica e occupazionale sono state legittimate. Il Ministro Graziano Delrio, e poi il Direttore Generale MIBACT Onofrio Cutaia, hanno parlato di “infrastrutture leggere” che possono solo far bene ad un Paese che ha bisogno di un nuovo modello di sviluppo capace di riscattare anche le aree interne. Dopo 5 anni di lavoro, VENTO mette in cascina un risultato che apre le speranze a tutti coloro che vi hanno aderito. Fondazioni Bancarie e Regioni invitate al convegno hanno subito dato segni di sostegno e continutà a questo impegno del Ministro. Tutto si compone dando continuità all’impegno del Ministro Dario Franceschini, e onorando i patrocini dei Ministeri dell’Ambiente e dell’Agricoltura.  In bicicletta da Venezia a Torino. Dal 30 maggio al 7 giugno. Ci siamo. 

La terza edizione di VENTO Bici Tour 2015 arriva attraverso 9 tappe e oltre 15 eventi, domenica 7 giugno a Torino in occasione della settimana Party in bici coordinata da Regione Piemonte e del Bike pride di Torino. E passa da Valenza, da Casale Monferrato, da Trino. Non senza lasciare tracce. Il gruppo di lavoro del DAStU – Politecnico di Milano ha lasciato i propri laboratori di ricerca per andare sul territorio a raccontare a istituzioni, associazioni, cittadini e imprenditori locali le potenzialità del progetto e i suoi recenti sviluppi.

Arriva in Piemonte questa aria buona di cultura di cicloturismo. Quello vero. Arriva con una settimana intensa di eventi. Il primo, a Valenza, è connotato da questo titolo: “CICLOTURISMO È LAVORO: GREEN JOBS E BIKE ECONOMY”. Il programma si svolge a Valenza, venerdì 5 giugno. Ore 18.15 Centro Comunale di Cultura – Piazza XXXI Martiri. Ad intervenire:  il sindaco Sergio Cassano;  l’Assessore alle Manifestazioni e Servizi Educativi Viviana Colombo; l’ Assessore alla Cultura e Sport Franco Guido Ghietti, ci sarà una rappresentanza  della Provincia di Alessandria e del Parco fluviale del Po e dell’Orba. Con un intervento su “186.000 posti di lavoro grazie al cicloturismo” farà un intervento Paolo Pileri del Politecnico di Milano.  Sul tema “Con la bicicletta si lavora, rigenerando paesaggi e architetture” interverrà invece Nicola Stabili, Ostello dei Concari (Mantova), Roberto Livraghi, Camera di Commercio di Alessandria. Del progetto Piemonteciclabile ci aggiornerà la vicepresidente di Alexala  Stefania Grandinetti, mentre sulla  “La mobilità dolce per lo sviluppo del Paese” sentiremo Daniele Borioli, Senatore membro della Commissione Lavori pubblici.

La serie di interventi sarà chiusa dalla relazione “VENTO d’impresa”  con Antonella Parigi, Assessore al Turismo e Cultura di Regione Piemonte. Sabato 6 giugno sarà la volta del convegno “LA CITTÀ RITROVA IL FIUME: RIQUALIFICARE I MARGINI CON IL CICLOTURISMO” a Casale Monferrato con una  Tavola rotonda alla quale sono stati invitati ad intervenire: Gerardo Brancucci, Università degli Studi di Genova; Claudia Chicca, AIPO; Barbara Repetti, Geomorfolab Scuola politecnica Università di Genova; Albano Marcarini, Editor di Cycle!; Angelo Cantore, Ferrovie dello Stato Italiane; Dario Zocco, Parco fluviale del Po e dell’Orba.

IL VIDEO DEL PROGETTO VENTO 2015 QUI:  https://vimeo.com/129564306

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.