La colonna sonora potrebbe essere quella canzone indimenticabile – un evergreen per dirla come si deve dire – di Fiorella Mannoia: Il cielo d’Irlanda (ascoltala!). Solo che tu che inforchi la bicicletta potresti guardalo, il cielo, ma senza esagerare. Se pedali. Per non sbagliare strada, quando meno. E potrai cinguettare volentieri il motivo italiano. Con piena soddisfazione e battendo anche il ritmo di questa terra. Non solo: ti godrai lo spettacolo, a due ruote, con tutto il paesaggio e l’atmosfera che ne consegue. Cielo compreso. Perché qui è possibile farlo. È un po’ una magia irlandese, insomma. L’appuntamento è per questo fine settimana, 20-21 giugno, e l’occasione di canticchiare in bicicletta sarà la prima edizione della Gran Fondo Giro d’Italia Irlanda del Nord.

In bici alla ricerca di una atmosfera unica dunque. Quella che sotto il cielo d’Irlanda ti incanta anche solo con l’immaginazione e ti può lasciare senza fiato. Pedalare qui vale la pena. Vale la pena sempre (sia pedalare sia l’Irlanda) ma qui è speciale. E gli amici dell’Ufficio del Turismo Irlandese lo sanno bene. Ti segnalano infatti un appuntamento da non perdere. Eccolo: arriva la Gran Fondo Giro d’Italia Irlanda del Nord 2015.

CY_GRANFONDO LOS ANGLES

Pronti, Partenza, Via! Si parte! Per la prima volta, un esercito internazionale di 3.200 ciclisti, tra dilettanti e professionisti, ha la possibilità di partecipare ad una manifestazione ciclistica che metterà in mostra la bellezza dell’Irlanda del Nord percorrendo strade chiuse al traffico, stile Giro d’Italia. La Mourne Road si svolge su un tracciato di 173 km con oltre 2.500 metri di dislivello con alcune salite molto dure attraverso le omonime Mourne Mountains. La Strangford Road invece conta solo 58 km e porta i ciclisti lungo un bel percorso che costeggia il lago Strangford Lough.

Mournes

C’è chi dice che tutto nasce da quel tuffo in rosa del Giro d’Italia alla sua partenza del 2014. C’è chi giura che no: questa proposta è solo una conseguenza naturale e spontanea di un Territorio che sa nutrirsi del piacere del ciclismo e della scoperta turistica in bici. Fatto sta che al via di questa gran fondo irlandese ci saranno oltre 400 ciclisti in viaggio molti in partenza dall’Italia, altri dalla Repubblica d’Irlanda e un plotone ancora più ricco  da Inghilterra, Scozia, Galles, Australia, Nuova Zelanda, Stati Uniti, Malesia, Lituania e persino Polonia.

La zona di partenza e arrivo è il Titanic Belfast. Qui gli organizzatori stanno creando “un’esperienza indimenticabile per i partecipanti” e non è difficile da credere. “Il set up e le strutture rispecchieranno il Giro d’Italia stesso. Il traguardo celebrativo e la consegna delle medaglie al traguardo sarà un vero spettacolo. A seguire, i partecipanti potranno godere di un ufficiale “Gourmet Pasta Party”!”. Ci crediamo. Darach McQuaid, di Shadetree Sport, ha dichiarato a proposito: “Siamo felici di poter ospitare la prima Gran Fondo Giro d’Italia Irlanda del Nord. Vorrei esprimere il mio ringraziamento ai nostri partner di Tourism Northern Ireland che per primi hanno creduto in questa iniziativa e a tutte le organizzazioni locali che hanno reso possibile un simile successo.L’Irlanda del Nord continua a dimostrare di essere una destinazione ideale per ospitare eventi sportivi a livello mondiale, oltre una meta ideale da visitare per turismo. Il nostro obiettivo è quello di rendere questo evento un successo, ripetibile negli anni a venire “.

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.