La primavera del biker, in Italia, è segnata più che dal 21 marzo da un …. muretto. Anzi, dalla gran fondo del muretto. Quello di Alassio. Più che una kermesse per vip, un banco di prova per biker resistenti. Un vero e proprio test di primavera, insomma, per capire la forma e le intenzioni degli specialisti delle (lunghe) ruote grasse. Ecco cosa è la Granfondo Muretto di Alassio, ottava edizione. Prima delle 13 tappe della Coppa Piemonte.

GF_AlassioMTB_2015 (29)

Con il numero 1 apre lo schieramento Samuele Porro (Team Silmax X Bionic), vincitore del 2014 e campione italiano marathon. Fatta la premessa svelato l’arcano: la sfida è a due. Porro e Medvedev, il secondo favorito, che è di Praga e non è uno sconosciuto. Con un perfetto clima primaverile a fare da contorno lo spettacolo si è mosso sui circa 40 km di tracciato per 700 biker al via.

GF_AlassioMTB_2015 (27)A 6 km dalla partenza un gruppetto compatto di 15 atleti affronta la prima salita, tra i primi a scollinare Sarai (Lee Cougan), Medvedev (Polimedical), Cina (Ghost) e Porro (Silmax). Alla prima discesa, ancora in testa Porro, Medvedev e Sarai, insieme a Luca Ronchi (Lee Cougan). Al km 15 radiocorsa comunica che Porro e Medvedev, ancora al comando, hanno staccato il gruppo di 5′ e 30” e sono in fuga da soli. Km 20: Porro e Medvedev sono ancora al comando. Inseguono Ronchi e Sarai, distanziati di 1′ 20”. Con un tempo di 1h43:21.20 taglia il traguardo Samuele Porro (Silmax), vincitore per il secondo anno consecutivo della Gran Fondo Muretto di Alassio.

Niente da dire. Quando una gara è nel destino di un biker… Paga un piccolo errore nel finale invece Alexey Medvedev, che arriva distaccato di circa due minuti (1h44:55.20) ma è ottimo secondo. Terza e quarta posizione per Ronchi e Sarai, che chiudono assieme la competizione (1h49:12.70 – 1h49:13.00)

Foto Ufficio Stampa Polimedical

Foto Ufficio Stampa Polimedical

Medvedev sia pure battuto, non lesina complimenti: «Mi è piaciuto molto il percorso e faccio i complimenti agli organizzatori, un vero tracciato da mtb con anche discese tecniche. Sento che la mia condizione fisica sta crescendo. Ringrazio la mia squadra per il supporto e tutti gli sponsor». Sono dichiarazioni da campione quelle di Alexey Medvedev. Fiero anche della prestazione del compagno, che centra  la top ten,  il giovane danese Alexander Laugesen (settimo fra gli élite). Il 1° aprile il team Polimedical partirà alla volta di Barcellona. Questo era il test del … muretto!

Un team very professional per lo sport e la salute –  Da 5 anni la stessa presidente di questo team Reparto Corse Polimedical – Calvi Network  è titolare di un Centro Polispecialistico a Missaglia, si chiama Polimedical, e si propone come punto di riferimento per la cura della salute dello sportivo. «Il nostro obiettivo è la diffusione del concetto sport è salute poiché l’attività fisica regolare, ed in particolare quella sportiva, favorisce non solo il mantenimento di un tono muscolare ottimale ma contribuisce anche a migliorare il funzionamento degli organi – spiega il presidente Loredana Manzoni – Credo fortemente che sia fondamentale un rinnovamento del concetto di salute e sport sia a livello amatoriale ma soprattutto agonistico, accanto alla brama di vittoria e all’aspirazione di conquista del podio, deve rappresentare un aspetto fondamentale lo stile di vita dell’atleta». 

(Fonti e immagini: www.murettodialassiomtb.it; ufficio stampa Reparto Corse Polimedical)

 

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.