Progetto TriUno il 15 febbraio insieme al CUS Pro Patria Milano. Il Triathlon è per tutti. Basta un po’ di impegno. Come nella vita. Come nello sport. 

Un’altra tappa importante per Progetto TriUno che continua a portare avanti la sua mission: far conoscere il paratriathlon e dare la possibilità di approcciare la multidisciplina a chiunque voglia provare, condividendo i valori dello sport con un gruppo sempre più affiatato e numeroso.

Presso la sede della CUS Pro Patria Milano di Viale Sarca 205, grazie all’ospitalità e all’attenzione del Presidente Giampaolo Gualla, del tecnico Gianni Patané e del neotriatleta e scrittore Massimo Bottelli, che si è prodigato in maniera particolare per la riuscita dell’evento, si è svolta la prima parte dell’evento.

I Paratriatleti di Progetto TriUno e i triatleti di CUS Pro Patria Milano e non solo, si sono sfidati con le loro handbike e bici da corsa utilizzando l’avveniristica piattaforma di allenamento MagneticDays, dando vita a più riprese ad emozionanti e divertenti sfide.

Durante la pausa pranzo, durante la quale Marco Bardella e Antonella Giusti hanno raccontato ai presenti quello che Progetto TriUno ha fatto e sta continuando a fare in maniera sempre più strutturata per il paratriathlon in Italia, ci si è spostati nella Piscina Paganelli di Cinisello Balsamo per la seconda parte dell’evento.

Guidati da Antonella Giusti, tecnico FITri appassionato e capace che da anni si dedica all’ insegnamento del nuoto, paratriatleti e triatleti si sono messi alla prova effettuando una serie di esercizi per migliorare il rendimento della nuotata.

Agonismo e divertimento hanno caratterizzato l’intera giornata, un’altra tappa importante per Progetto TriUno e un ulteriore passo avanti per il movimento del Paratriathlon in Italia. Il sito ufficiale del Progetto è QUI:  Progetto TriUno

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.