Sono tre gli affascinanti tracciati disegnati dagli organizzatori dell’evento Mentanese in programma il 19 aprile 2015: uno di 134 l’altro di 82 e L’Euro Garibaldina di chilometri 45. Ritrovo in Piazza Carlo Alberto Dalla Chiesa, trecento metri di distanza dall’emozionante Museo Garibaldino, dove potrai visitare gratuitamente i cimeli dei valorosi Garibaldini caduti nella storica battaglia del 3 novembre 1867 per la conquista di Roma.

Percorsi affascinanti, disegnati tra la Sabina Romana e la Sabina Reatina, attenderanno i partecipanti alla quarta Gran Fondo “La Garibaldina” che il 19 aprile promette di regalare una giornata sui pedali davvero indimenticabile. Il ritrovo dell’evento, sede anche della partenza, è ubicato a trecento metri dal Museo Garibaldino: si tratta, del museo più importante d’Italia dove sono conservati i resti di 300 valorosi Garibaldini non identificati caduti nella famosa e storica battaglia del 3 novembre 1867 verso la conquista di Roma.  Un’occasione imperdibile per scoprire i tantissimi cimeli custoditi in questo suggestivo Museo.  Ricordiamo che le visite al Museo sono sempre gratuite.

Durante le loro pedalate i ciclisti potranno ammirare stupende località. Dopo essere partiti alle ore 9, i partecipanti toccheranno i paesi di Fonte Nuova, Palombara Sabina, Moricone, Acquaviva di Nerola, per entrare poi nella provincia di Rieti, dove avverrà la divisione tra i due tracciati.  Coloro che opteranno per il medio (in totale 82 chilometri) svolteranno in direzione Nerola -Montorio Romano, strada che presenta un asfalto in ottime condizioni. Si tratta di un’ascesa di circa nove chilometri, che presenta una pendenza media del 7%, qui alla fine della salita troverete il ricco ristoro degustando salsicce, pancetta, e le classiche ciambelle a “cancellu” che troverai solo ed esclusivamente nei forni del Paese, seguiranno poi tre chilometri di strada leggermente ondulata, necessari per arrivare alla discesa di Monteflavio, dove gli atleti per circa 15 chilometri potranno riposare le gambe, ancora due chilometri di saliscendi per arrivare al cartello dei 10 chilometri all’arrivo dove avverrà il ricongiungimento tra i due percorsi.

I granfondisti (tracciato di 134 chilometri) invece, pedaleranno verso Fara in Sabina, Toffia e  Osteria Nuova, scenderanno per circa dieci chilometri lungo la strada che porta al ricongiungimento  con il  percorso medio ed a iniziare l’ascesa verso Nerola – Montorio Romano affrontando delle pendenze mai arcigne attorno al 6-7%. Al chilometro 101 i granfondisti svolteranno a sinistra verso Palombara Sabina dove affronteranno la dura ma breve salita (un chilometro circa) dell’Argentella. Giunti a Palombara Sabina si svolterà a destra per affrontare un tratto di strada scorrevole,  attraversando in successione i paesi di Marcellina, Guidonia e Sant’Angelo Romano. Ecco ora gli ultimi 10 chilometri, tutti vallonati, che porteranno gli atleti verso Mentana, dove li attenderà il traguardo di Via Einaudi.

Si ricorda che dal 1° febbraio al 16 aprile sarà possibile iscriversi a questa bellissima avventura sui pedali versando una quota di 30 euro, che sarà poi di 40 euro fino al 19 aprile   giorno della manifestazione. Grandi vantaggi per gli atleti tesserati con società fuori dalla Regione Lazio, la quota sarà sempre di 20 euro. Il sito ufficiale dell’evento è www.gflagaribaldina.it

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.