Una nazione risorta dalla propria terra, terra bagnata di sangue, intrisa di odio: più forte dell’odio, sfinito, un popolo si è rialzato. Con ogni mezzo: la tragedia del Rwanda, una delle tante tragedie africane, forse la più agghiacciante. Storie d’ingiustizia e di violenza, l’Africa ne vede ogni giorno, quella del Rwanda, per molti occidentali è una storia quasi dimenticata. Ci si ricorda qualche teschio, forse, come un ricordo morboso…. Questo paese, piegato dall’odio etnico e dall’indifferenza, ha provato a rialzarsi: anche la bicicletta è diventata uno strumento fondamentale per tornare alla vita. Per una rivincita della vita, per calpestare quel suolo intriso di morte.

282La storia del team Rwanda, di un’Africa che pedala verso il futuro, è una scommessa ancora da vincere, ma intanto fa parlare il mondo: ne abbiamo parlato sul primo numero di cycle!, grazie a Marco Pastonesi e a Mjrka Boensch, ne parleremo a Varese, il 30 ottobre, con Africa e sport onlus.

“Raising from Ashes” è un film che racconta qualcosa di più della nascita di un team ciclistico: è la storia di un percorso umano straordinario, dall’idea di un ex professionista americano, Jonathan Boyer fino a una speranza che, anno dopo anno, faticosamente, sta diventando realtà.

L’edizione italiana di questo film, realizzato nel 2012, verrà proiettata per la prima volta a Varese, il 30 ottobre: la proiezione avverrà presso la Sala Montanari (ex Cinema Rivoli), Via dei Bersaglieri 1. Sarà l’occasione anche per parlare di un ciclismo che fa del bene  e dei progetti di Africa & sport in Eritrea, ai quali Cyclemagazine sta collaborando.

A questo proposito, per la scuola di ciclismo dell’Ethiopian Youth Sport Academy di Addis Abeba è in corso una raccolta di materiale tecnico (in particolare caschi per la pratica agonstica) usato, ma in buono stato. Per info: www.africaesport.it

Una risposta

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.