Contro un vento furibondo si fa strada una vecchia bicicletta color della ruggine! Dentro quel vento sbatte i suoi pedali come fossero ali di un uccello migratore…Padrone di quella pianura e signore dell’aria, quel vento non teme avversari e spettina i capelli alle ragazze che con le loro guance rosse di curiosità aspettano un amore sul ciglio della strada sorridendo all’avventura, mandando baci a chissà chi!?

Contro quel vento impetuoso e veemente, quella vecchia bicicletta stenta a respirare e tra un colpo al cuore ed uno ad un pedale, ondeggia come una vela abbandonata ad un maestrale mascalzone ed irruente…Padrone di quelle terre e principe dell’ignoto, quel vento schiaffeggia un sole timido e solitario che di là della collina cerca di colorare la sua giornata di un giallo tenue e discreto, lo stesso giallo dei girasoli quando ondeggiano in fondo all’orizzonte sorridendo al mondo, sussurrando sogni a chissà chi!?
Contro quel vento furente e un pò furfante, si fa largo una vecchia bicicletta color della ruggine…La stessa ruggine che si distende sul passato sino a farlo soffocare in un ricordo ormai lontano! Padrone di quel destino e sovrano del futuro, quel vento piega la schiena ai contadini e sbeffeggia l’erba…Non teme avversari quel vento arrogante, ma mai avrà ragione di quella vecchia bicicletta color della ruggine che passa e se ne va sorridendo a tutto ciò che incontra, mandando baci a chissà chi!?
 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.