La bicicletta per un viaggio nell’arte, nella cultura. Un viaggio virtuale e reale, in una sera. La bicicletta che fa spettacolo, uno spettacolo dolce, in musica e pensieri. Pensieri che vogliono far più bello il mondo, rendere la vita quotidiana più serena. La bicicletta è lo strumento ideale per una rivoluzione che non fa guerre, ma cambia le persone col vento in faccia, con le emozioni e i paesaggi, la natura che cambiano davanti agli occhi.

Corto maggiore festival si terrà ad Angera (lago Maggiore), dal 5 al 7 settembre

Corto maggiore festival si terrà ad Angera (lago Maggiore), dal 5 al 7 settembre

Un'immagine tratta da "Go riding" cortometraggio di Fernando Biagioni

Un’immagine tratta da “Go riding” cortometraggio di Fernando Biagioni

Cyclemagazine e Cortomaggiore festival, una piazza virtuale di cultura ciclistica e una piazza reale di cultura cinematografica: ad Angera, il 5 settembre, insieme. Bici, arte e musica per una serata un po’ magica e poetica, grazie a Roberto Sironi, la sua musica e la sua arte, sul Lago Maggiore. Le note e la poesia di Sironi faranno da guida “simbolica” per un viaggio virtuale, fatto di pensieri e parole… Protagonista Lei: la bicicletta. Il tutto, in collaborazione con il Bicycle film festival di Milano: durante la serata di Angera, direttamente dalla grande rassegna cinematografica dedicata alla due ruote, arrivano perle, due cortometraggi per riflettere e sognare: “The man who lived on his bike”, di Guillaume Blanchet, realizzato a Montréal, in Canada, e “Go riding” di Fernando Biagioni, girato a San Paolo, in Brasile.

Montrèal e San Paolo, per sognare, e il Lago Maggiore, per vivere una serata all’insegna della bicicletta e delle sue grandi potenzialità per fare cultura e valorizzare un territorio. Sempre con le note e i dipinti di Roberto Sironi a fare da cornice, sul palco di Angera.

Il 5 settembre, sul Lungolago di Angera si aprirà così il Cortomaggiore festival, una rassegna molto importante, in uno scenario davvero suggestivo, all’ombra della Rocca Borromeo. La stessa serata, il viaggio virtuale ci porterà a incontrare anche Davide Mazzocco, torinese, nato come giornalista di ciclismo e oggi scrittore e addirittura regista di due cortometraggi molto interessanti, “Benvenuto Mister Zimmerman” (un documentario sul concerto di Bob Dylan a Barolo) e “L’orma del dinosauro” (pellicola che fa riflettere sulla cementificazione).

La serata è a ingresso gratuito, sul Lungolago di Angera: l’apertura del Cortomaggiore festival è dunque affidata a Cyclemagazine e proseguirà, poi, nel week end, con altre tematiche e pellicole davvero interessanti. Un evento da non perdere.

Logo_cortomaggiore

Davide Mazzocco (a sinistra) autore con Stefano Rogliatti di Benvenuto Mister Zimmerman

Davide Mazzocco (a sinistra) autore con Stefano Rogliatti di Benvenuto Mister Zimmerman

benvenuto-mister-zimmermanPicture-82-597x402

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.