Per le strade di Livorno gira ancora oggi una bicicletta invisibile, inquieta, forse un po’ irascibile ma dal carattere aperto, sincero…E’ la bicicletta di un artista, uno di quelli che hanno dato il pane al pane e il vino al vino! E’ la bicicletta di un sognatore, uno dei tanti che hanno frequentato il mondo con la testa fra le nuvole e i pensieri sulla strada! E’ la bicicletta di un genio, uno di quelli che conosce il segreto della vita: vivere è solo un’allegoria della morte!

Per le strade di Livorno gira ancora oggi una bicicletta affettuosa, bellissima, forse un po’ sciocca ma dal carattere fiero, innamorata di un uomo che se ne è andato un giorno senza lasciare al passato nemmeno il tempo di un abbraccio, di un bacio rubato! E’ la bicicletta di un giocatore d’azzardo, uno dei pochi che ha visto il sole in faccia! E’ la bicicletta di un bambino imprigionato in un incantesimo! E’ la bicicletta di un artista, uno di quelli che non ha mai aspettato il futuro in compagnia dell’assenza…E’ la bicicletta di Dedo, che qualcuno chiamava Modigliani…per tutti gli altri era Modì!

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.