C’era una folla di gente ad aspettare l’ultimo arrivato alla Nove Colli 2014. Appena un paio di minuti prima del “fuori tempo massimo”, imposto dal regolamento e fissato alle 19, Paolo Taddeo quarantaquattrenne di Statte in provincia di Taranto, ha tagliato il traguardo in un boato assordante.
Ad aspettarlo c’era anche il Presidente della Nove Colli, Alessandro Spada, che lo incitava al microfono per coprire gli ultimi metri che separavano Paolo dall’ambito, anche se sconosciuto, premio messo a disposizione dall’evento grazie alla collaborazione di Technogym: una bellissima Group Cycle (valore commerciale di duemila euro) per allenamenti indoor.
A far da contorno amici, passanti e i volontari dell’edizione 2014. Il cicloturista, attonito, ha chiesto a più riprese se si fosse trattato di uno scherzo. Solo dopo aver parlato con Stefano Ricci, manager commerciale di Technogym, ha capito che era tutto vero. Esplode la gioia e pedala ancora un po’ sul suo bellissimo premio. Ma la cosa straordinaria è che l’imprenditore pugliese, che gestisce una ferramenta con la famiglia, si era cimentato nella doppia impresa. Partito, infatti, il sabato alle 18 ha completato l’intero percorso della Nove Colli by Night giungendo a Cesenatico alle 6 di oggi.
Questa mattina dopo essersi rinfrescato, ha dato un bacio alla moglie ed è partito coi dodicimila per quella tradizionale perché regolarmente iscritto. Alle 18,58 ha tagliato il traguardo scoprendo la gradita sorpresa.
“Ho fatto la Nove Colli by Night partendo ieri (sabato 17 maggio ndr) alle ore 18:00 – ha affermato Paolo Taddeo – sono arrivato nella mattinata di oggi (domenica 18 maggio ndr) alle 6:18 e subito sono ripartito per la granfondo Nove Colli”.
«Ho tentato di fare la Nove Colli come una sfida, ma a un certo punto le gambe non rispondevano più, è stato tutto uno sforzo di testa. Gli ultimi 100km gli ho percorsi sempre da solo.  Quando sono arrivato al traguardo mi sono trovato di fronte ad una festa eccezionale, una cosa mai vista in vita mia; pensavo fossi finito su Scherzi a Parte e poi mi sono trovato a pedalare su una bicicletta Technogym».

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.