di Guido P. Rubino

GPR5_1101Una pieghevole cambierà le città? Ne è convinto Will Butler-Adams, Managing Director di Brompton Bicycle Ltd passato in Italia per seguire l’apertura del Brompton Junction di Milano. L’occasione del Fuorisalone, in giro avventori in cerca di design e le Brompton lì, tutte in fila, per soddisfare creativi e colori.

«Cerchiamo di dare il nostro piccolo contributo nella trasformazione delle città – ha spiegato Mr. Butler-Adams – ma stiamo notando come sempre più persone, in tutta Europa, vadano sempre di più a lavorare nelle città. Il traffico ne risulta congestionato.

«C’è bisogno allora di soluzioni alternative. E anche di prodotti funzionali e affidabili. Se comprate una lavatrice vi interessa che faccia il suo lavoro senza problemi, che non si rompa dopo poco con la necessità di acquistarne presto un’altra. Ecco, con le Brompton puntiamo a creare un rapporto duraturo tra il cliente e il prodotto che acquista. Si potranno sostituire le gomme, i freni, ma la bicicletta deve durare quanto vuole il cliente».

GPR5_1107Eccole qui, allora, le Brompton. Tutte in fila con i colori della città e personalizzabili come si vuole: dai colori agli accessori. Prima ancora nella scelta delle funzionalità. Si può scegliere la single speed oppure il modello col cambio a tre o sei velocità. In un attimo si piegano e si portano via. Anche sul treno e senza preoccuparsi di supplementi o di carrozze affollate da pendolari.

jetsonsUna bicicletta come l’automobile futuristica di George Jetson, il capofamiglia di The Jetsons (I pronipoti), il cartone di Hanna-Barbera ambientato nel futuro. George arrivava in ufficio e la sua auto si ripiegava in una valigetta. Un po’ come la Brompton di Will Butler-Adams. Lui ci è arrivato addirittura da Londra, piegandola come un trolley per caricarla in aereo.

Info: Brompton.it www.bikingdays.com

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.