220810_bisterling16sm

Annie Londonderry, che fece il giro del mondo in bici, fu testimonial anche per le Sterling da donna

Annie Londonderry, che fece il giro del mondo in bici, fu testimonial anche per le Sterling da donna

Era il mese di giugno 1894. Da Chicago le prepararono un super mezzo: nelle officine della Sterling compresero da subito la portata, sui giornali, della bizzarra idea di una donna, Annie Londonderry. Questa signora, dai tratti mascolini, stava per partire per il giro del mondo: in bici. Inaudito e scandaloso, per una signora, poggiar sul sellino certe grazie, era motivo di polemiche anche scientifiche. Una donna in bici? Pericolo. Per la stimolazione eccessiva dei genitali femminili, si diceva. Queste e altre (numerose) teorie bizzarre mettevano in guardia le donne da questo cavallo d’acciaio, simbolo di progresso: in Francia, considerata più libertina, le cose andavano meglio… Le bici erano di gran moda tra le donne: e Annie Londoderry Kopchovsky era diretta proprio là, dopo aver raggiunto Boston in bicicletta ed essersi imbarcata verso Le Havre.

Annie e la sua Sterling: la bici che le venne affidata era prodotta, come accennato, in una fabbrica di Chicago. Le Sterling erano mezzi di gran moda, allora: e per questa impresa che faceva discutere i giornali, i produttori pensarono a una bici molto competitiva. Pesava, infatti, solo 21 libbre (poco meno di 10 chili)  ed era un modello che avrebbe avuto molta fortuna commerciale, non soltanto negli Stati Uniti, ma anche in Europa. Ad Annie Londonderry venne preparata una Sterling da uomo, senza freni, naturalmente con il fisso.

Una donna su una bici da uomo? Assurdo e vergognoso, tuonavano i benpensanti da vari pulpiti. Dal punto di vista tecnico, la povera Annie aveva anche qualche problemino: pedalare su una bici da uomo con gonnellona e abito femminile era assai scomodo. Fu per questo motivo che, senza badare allo sdegno dei moralisti, Annie Londonderry decise d’indossare, fin da subito, pantaloni e camicia da uomo.

bikeDrawingIl giro del mondo in bicicletta fu una straordinaria avventura e portò fortuna anche alla Sterling: al termine del viaggio, la notorietà di Annie Londonderry aveva dato buoni riscontri anche commerciali. Fu così che la cicloviaggiatrice americana continuò, per un periodo, a essere ancora testimonial per l’azienda di Chicago: tuttavia, prestò la propria immagine soprattutto per promuovere il modello da donna. Con abiti più consoni al costume di allora… L’immagine più nota di Annie Londoderry (che compare anche nella copertina del libro scritto su di lei da Peter Zheutlin) è proprio con una bici da donna: ma l’impresa la realizzò con un altro modello.

A Gaiole in Chianti, venerdì 4 ottobre, andrà in scena uno spettacolo proprio dedicato ad Annie Londonderry: la protagonista sarà Caterina Gramaglia, giovane e apprezzata attrice italiana di teatro e cinema.

 

433px-Sterling-bicycle_1897_ad18971897_persian_sterling_bike_adSterling-bicycle_1897_chicago

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.