BORSA_DI_STUDIO_SSM

Promuovere la cultura ed offrire spunti educativi agli studenti. Sono queste le finalità della cerimonia di consegna della Borsa di Studio Comm. Luigi Girardi, che Selle San Marco ogni anno organizza, rispettando il volere del fondatore dell’azienda che più di vent’anni fa ha istituito questo premio dedicato agli studenti di Rossano Veneto (Vi) che hanno brillantemente conseguito la licenza media.

Antonella Girardi e la famiglia, hanno raccolto l’eredità del nonno e come il figlio Antonio prima di loro, mantenuto vivo lo spirito e l’intento del promotore di questa iniziativa, consapevole che i giovani hanno bisogno di attenzioni, di essere ascoltati e non solo giudicati o criticati. Concetto ben espresso dal filosofo francese di fine ‘700 Joseph Joubert “I giovani hanno più bisogno di esempi che di critiche” proposto come spunto di riflessione ai presenti. Ed è proprio con questi intendimenti, che Selle San Marco rinnova ogni anno l’impegno ideato dal suo fondatore, che ha capito che l’avvenire della società, al di là di ogni retorica affermazione, si fonda sui giovani.

Alice Battocchio e Erika Ganassin sono le studentesse che quest’anno hanno superato gli esami di licenza media con brillanti risultati ed a loro è stata quindi assegnata la Borsa di Studio di Selle San Marco durante la cerimonia di premiazione che si è tenuta presso la sala conferenze di Villa Caffo Navarrini a Rossano Veneto. Oggi liceali, hanno voluto ricordare agli studenti delle classi terze dell’Istituto Comprensivo “G. Rodari”, tra i quali ci saranno i futuri vincitori della prossima edizione, come proprio questo evento sia stato per loro uno stimolo ed un incentivo per lavorare a fondo con l’obiettivo di essere meritevoli di questo premio. Come ricorda Alice: “Quando l’anno scorso sono venuta a vedere la premiazione per la consegna della borsa di studio, il discorso delle due ragazze premiate mi ha molto ispirato e dato la carica per impegnarmi ancora di più, per cercare di raggiungere il loro stesso traguardo”. Sulla stessa lunghezza d’onda, anche Erika: “L’impegno e la perseveranza di questi tre anni alla scuola media sono stati premiati. L’impegno e la perseveranza sono alcune delle parole chiave che fanno di me una buona studentessa, con dedizione, curiosità, partecipazione ed entusiasmo”.

Ospiti Mauro Cason, dott. in Psicologia del Lavoro e Valentino Di Lauro presidente di KRaP
A stimolare e ad offrire spunti educativi ai ragazzi, dopo il successo riscosso lo scorso anno, è tornato Mauro Cason, dottore in psicologia del lavoro ed esperto in dinamiche comunicative e problematiche relazionali, autore di vari libri tra cui l’ultima opera “Comunica da leader” – Risorse umane, aspetti psicologici e dinamiche relazionali nel mondo del lavoro. Obiettivo del suo intervento “leggero e coinvolgente” è stato quello di fornire alcune utili informazioni sul momento che i ragazzi stanno vivendo, permettendo loro di capire divertendosi e di “conoscere aspetti confusi di sé”, concentrandosi sul tema “esempi e non critiche” e considerando i giovani come “fuochi da accendere”.
Ad animare la mattinata e coinvolgere gli studenti, ci ha pensato anche l’altro ospite Valentino Di Lauro presidente di KRaP, un’Associazione Sportiva Dilettantistica affiliata UISP che raggruppa e promuove diverse
discipline: Freerunning, Parkour, Skateboard, Snowboard, Mountain Bike, Hip Hop, Breakdance ed altro ancora.
 Valentino ha condiviso con i giovani la propria esperienza personale, una storia basata sulla passione nel fare le cose e di come essa dia forza ai propri sogni.

Oltre alle Borse di Studio per gli studenti, Selle San Marco ha deciso di riproporre la consegna di una Borsa di Studio alla ricerca all’Istituto Comprensivo “G. Rodari” di Rossano Veneto per sostenere i progetti e le attività scolastiche. Un’iniziativa che testimonia il profondo legame dell’azienda con il territorio, come più volte sottolineato dalle autorità presenti nei loro interventi.
Dal sindaco di Rossano Veneto Morena Martini che ha evidenziato “l’importanza dello studio e di avere degli hobby da coltivare con passione”, all’Ass. alla Cultura Marco Zonta che ha invitato i ragazzi ad “inseguire i propri sogni, un insegnamento che si tralascia in una fascia d’età ma poi quando si diventa adulti si ritrova”, a Marina Beggio di Confindustria che ha ribadito l’importanza data anche dall’associazione all’istruzione ed alla formazione, ringraziando Antonella Girardi per l’impegno profuso qui come in Confindustria, a Don Sergio Martello parroco di Rossano Veneto che ha parlato di quanto siano importanti i sogni e “di non avere paura nel chiedere, perché se chiedere è difficile dare è molto più facile. Ringrazio in modo particolare la famiglia perché in questo momento riesce a guardare intorno ed a vedere cosa di bello c’è ancora e quando qualcuno ha la forza di farlo questa diventa una grande lezione di vita”.
Tutti hanno voluto ringraziare la famiglia Girardi perché continua a portare avanti questa tradizione ed in particolar modo la Dirigente Scolastica dell’Istituto “G. Rodari” D.ssa Anna Segalla che ha ringraziato ed elogiato la famiglia “che continua con sforzi la tradizione anche quest’anno considerando il periodo difficile che sta vivendo”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.