cyclepassione8

Ogni anno è atteso ormai come l’oggetto “cult” dell’appassionato delle due ruote: Cyclepassion 2014 è il “calendario Pirelli” del mondo delle due ruote. Tutto nacque per caso, anzi per gioco, nel 2006, per una scommessa tra una signora, Anke Willken e suo marito. Ora il calendario Cyclepassion è un prodotto di grande successo. Un mix di erotismo, arte, provocazione e femminilità: l’altro lato del ciclismo femminile. Quello che durante le fatiche delle corse estive, in cima a una salita mozzafiato o dopo un single track supertecnico, magari non si nota: eppure, le ragazze del pedale hanno il loro sex appeal. Una femminilità che la bicicletta non può che esaltare.

Cyclepassion 2014, come sempre, è stato realizzato dal fotografo tedesco Daniel Geiger, su un progetto naturalmente di Anke Willken. Le atlete selezionate per questa edizione sono la discesiste e freerider austriaca Angie Hohenwarter, la campionessa tedesca di mtb Helen Grobert, la stella della bmx giapponese Miki Iibata, la discesista tedesca Dana Helena Schweika, l’altra tedesca del Cross country Nadine Rieder, la downhille scozzere Hanna Barnes. Non ci sono atlete italiane. Motivo? In Italia si sbircia dalla serratura tedesca, ma non si compra nulla. Per questo calendario, famoso in tutto il mondo, occorre sborsare 39 euro per averlo: nel nostro Paese, il mercato dei calendari è abituato ad altri prezzi e ad altre logiche.

cyclepassion5cyclepassione9cyclepassione10cyclepassione6cyclepassione11Calendario-Cyclepassion-2014Cyclepassion-2014-GennaioCyclepassion-2014-Febbraiocyclepassion11Cyclepassion-2014-Maggio

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.