bologna

Chiamatemi Presidentella!

Da un po’ di mesi a Bologna si lavora per far operare un organismo consultivo nuovo, la Consulta Comunale della Bicicletta. È composta dai rappresentanti di tutte le associazioni della città che hanno interesse a difendere e diffondere l’uso della bicicletta a Bologna (amen!). I compiti di questa Consulta saranno quelli di partecipare alle sedute della Commissione Mobilità con diritto di parola, e dare finalmente una voce ufficiale alla categoria dei ciclisti urbani e non di fronte ai media (Resto del Carlino, ora farai i conti con noi!).

Ieri sera, finalmente, sembra stato superato il primo scoglio burocratico: l’elezione del Presidente, primo passo per rendere quest’organo operativo e autonomo. Ebbene, come qualcuno già sa, la persona scelta a ricoprire questo ruolo di portavoce sono io, che ho partecipato per rappresentare il gruppo Salvaiciclisti. Qualcuno ha detto «la più giovane, ed è pure donna!». Io spero di essere semplicemente la più attiva, lucida, determinata.

La foto che vedete è del 2006, il mio primo anno a Bologna. È della campagna sCATENAti! contro i furti di biciclette. Mi avevano chiesto di lanciare dei palloncini, da lì non mi sono mai fermata, perché per me la bicicletta è il mezzo di connessione tra la piccolezza di un essere umano e la dilatazione di un paesaggio, urbano o naturale.

Sono passati 7 anni e di mezzo ci siamo inventati prima il Bike Pride, con 4 esaltanti edizioni, e poi da Salvaiciclisti in avanti abbiamo fatto tutto il possibile per portare coscienza e unità nella comunità dei ciclisti urbani. Spero di fare un buon lavoro, di riuscire a dare l’impulso ai lavori della Consulta e di essere uno dei punti di riferimento per tutti coloro che si muovono in bici, che ringrazio ogni giorno come amati compagni di viaggio.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.