Di Floria Di Martino

Nell’attimo in cui sono salita sulla bicicletta, mi sono sentita bambina. Sembrava essere tornata alla giovinezza spensierata dove andavi sempre avanti senza mai fermarti. Il tempo passava con leggerezza e voglia di scoprire. Queste sono le sensazioni che mi accompagnano quando decido di prendere la bicicletta e di andare…

La vita può cambiare con poco. Abito al Vomero, zona collinare di Napoli ed ho la fortuna di andare a lavoro in un luogo meraviglioso, la Città della Scienza in Via Coroglio, dove per arrivarci, si attraversano le più belle strade di Napoli, quelle che ti mostrano panorami unici che sono difficili da trovare in altri luoghi.

L'autrice di questo post

L’autrice di questo post

Da circa quindici anni percorro sempre le stesse strade con la macchina e spesso penso: “Sai che bello se si potesse usare la bicicletta”, ma poi l’idea è subito abbandonata considerando l’orografia della città, continue salite e discese, tratti in piano pochissimi. Fortunatamente sono state prodotte le biciclette a pedalata assistita ed ecco che il mio sogno si è realizzato. Da circa due anni vado a lavoro in bicicletta e percorro 24 km circa al giorno. Mi sento molto meglio sia per il fisico sia per la tasca, se ci pensate un notevole risparmio economico. Inoltre sento di contribuire alla riduzione di emissione di CO2 nell’atmosfera. Da non sottovalutare, la riduzione dello stress, andare in bicicletta rilassa, non devi correre, non è necessario bussare il clacson, puoi osservare tutto ciò che ti circonda, incontrare persone che ti salutano che s’informano delle caratteristiche e della performance. Un giorno un signore su un motorino si ferma e mi chiede: ma quanto fa all’ora? Lo guardai interdetta e gli risposi non lo so e non m’interessa; credo che per chi usi la bicicletta come veicolo di trasporto la velocità è molto relativa, per me ciò che conta di più è la spensieratezza con la quale si guida… molto spesso canto! L’idea di andare in bicicletta in una città come Napoli è molto strano, le persone si devono ancora abituare, ma molte si stanno avvicinando all’idea e ne sono molto contenta. Un messaggio alle ditte produttrici: producete biciclette super ammortizzate per la sola città di Napoli… le buche!!!

 

A proposito sono ancora molto giovane, ho 47 anni. Ciao buone pedalate a tutti.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.