futurist-bicycle-design_05_ZIQ5L_58

John Villarreal vive negli Stati Uniti, nella cittadina di Racine, nel Wisconsin. Studia e disegna oggetti. E sogna piccole rivoluzioni, come la bicicletta futurista pensata nel 2010 e ancora in attesa che qualche imprenditore voglia credere nel progetto. Nel frattempo, la bici futurista è stata migliorata, per molti giorni e molte notti oggetto dei pensieri del suo inventore.

Oggi, la Futurist bicycle design è questa: in carbonio o in alluminio, pensata per un uso non sportivo. Resta un sogno nel cassetto, con lo stesso destino di migliaia di progetti di design ciclistico. Ma anche un certo Leonardo Da Vinci ebbe la stessa sorte, poi le cose andarono diversamente. Basta aver pazienza, insomma…

Futurist-Bicycle-Design-by-John-Villarreal-1futurist-bicycle-design_02_TmgtD_58futurist-bicycle-design_03_VHFqv_58310430_ZfDRiz09ISICrkn3m3_Hepfb6

2 Responses

  1. Avatar
    Guido Rubino

    C’è da dire che, al di là del design, biciclette di questo tipo sono piuttosto difficili da realizzare e rendere tecnicamente efficienti. I cerchi, ad esempio, che resistenza devono avere? Ve li immaginate su strada? Inoltre quella geometria Y foil è stata sperimentata da Trek e da Softride con risultati che… ora non le fanno più. Il design è bello e interessante insomma, ma per ora non ci sono i materiali adatti (o, se ci sono, non sono economicamente convenienti per fare una bici).

    Rispondi
  2. Avatar
    Mario Brovelli

    Le idee fanno le rivoluzioni…le idee fanno le bici. Se non quella bici, magari da un’idea, nasce un’altra idea e un altro progetto… è il progresso. E anche questo è cycle!style… uomini e idee in costante movimento.

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.