GPR_0077

Una corsa drammatica, un Mondiale rimasto nelle ossa di molti corridori, una giornata che, per chi l’ha vissuta sotto il cielo plumbeo di Firenze, è stata la cornice ideale del ciclismo epico. Brividi e ferite, bici che non frenano, telai imbizzarriti, manubri ingonvernabili. Fino a quell’istante, decisivo, illuminato da un raggio di sole e che mostra lo scatto vincente che sfuma verso la gloria…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.