Azzurri

I Mondiali MTB & Trials in Sud Africa si sono aperti nel migliore dei modi per gli azzurri della MTB che regalano all’Italia il titolo di campione del mondo nella staffetta. Per la seconda volta nel giro di un anno il Team Relay porta la medaglia d’oro al ciclismo italiano e completa un biennio incredibile: 2 titoli europei e 2 titoli mondiali, a conferma di una forza e determinazione in squadra.

Questo l’ordine di partenza degli azzurri: Marco Aurelio Fontana, Gioele Bertolini, Eva Lechner e Gherard Kerschbaumer. Nei primi due giri l’Italia è in vantaggio. Alla fine del terzo giro, l’Italia è seconda a 1’05” dal Canada. Eppure, la prova dell’azzurro Gherard Kerschbaumer, ultimo dei quattro frazionisti che ha resistito al temibile francese Marotte (nono nel ranking UCI e vincitore quest’anno nella Coppa del Mondo di Albstadt), ha tolto ogni dubbio. L’azzurro è il primo a tagliare il traguardo contenendo il ritorno del francese. Ed è oro.

“Gherard è partito molto forte, è andato un po’ in affanno al culmine dell’ultima salita, ma ha tenuto il francese a pochi secondi. E’ riuscito a gestire bene la discesa e non ha mai rischiato di perdere, arrivando sul traguardo con un margine sufficiente. Sapevamo che la Francia era la squadra più pericolosa e siamo riusciti a lasciarli ancora indietro.
Adesso l’attenzione passa alle prove individuali, a cominciare dalle donne juniores di domani. La staffetta, per quanto sia una gara particolare, conferma che i quattro azzurri sono in ottime condizioni di forma” – dice il DT Pallhuber.

Domani, giovedì 29 agosto al via gli azzurri: ore 9.30 – XCO Donne Junior con Emilie Collomb, Serena Tasca, Greta Weithler. Ore 11.30 – XCO – Uomini Junior con Gioele Bertolini, Alessandro Saravalle, Michael Spoegler.

Ordine di arrivo: 1. Italia in 58’:12; 2. Francia, st; 3. Germania a 2’21”; 4. Canada a 2’32”; 5. Svizzera a 2’38”

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.