Arianna Fidanza

Arianna Fidanza

Una grande famiglia, un insieme di famiglie, uno sport di famiglia: il ciclismo ha questa impronta davvero unica. Sport individuale che vive di squadra e sboccia in famiglia: quasi sempre è così. Domenica all’alba, tutti in macchina, mamma ha già preparato i panini, papà ha già sistemato la bici in ogni dettaglio, l’aria frizzantina impastata di sonno… e si va: a correre, a far correre i figli, a vedere papà, a vedere il Giro d’Italia passare in cima a una montagna, a incontrare altre famiglie, ad aspettare in cima a un paracarro, a fremere e palpitare, a piangere di gioia o ad abbracciare i figli a fine gara. Il ciclismo e le domeniche in viaggio, in famiglia: è così che nasce o muore una passione. Settimane dopo settimane, mesi dopo mesi, anni dopo anni: sempre. Una vita così porta a legarsi per sempre alla bici e alle sue emozioni: oppure, dopo poco tempo, tutto si ferma.

Giovanni Fidanza

Giovanni Fidanza

Padri, madri, fratelli, sorelle, cugini, zii: il ciclismo delle famiglie è un terreno fertile per le emozioni, una scuola di vita, da sempre. Stavolta, a piangere di gioia, sono i Fidanza: papà velocista. Col coraggio di sfidare Cipollini, Zabel, Museeuw, Freuler. Zingaro lontano da casa per molte stagioni: al Giro, al Tour, alla Vuelta, sulle strade di tutto il mondo. Con la famiglia sempre accanto a lui, ma purtroppo solo idealmente: davanti alla tivù, a palpitare per lui. Pronta a raggiungerlo, non appena arrivava a tiro di pic nic: una moglie innamorata, anche lei ciclista, i figli piccoli. E papà quando torna a casa? La passione è poi sbocciata lì. Generazioni che passano il testimone, il ciclismo sopravvive così. Sopravvive a tutto, a chi gli vuole male, al caro benzina, alla fatica, alle clavicole rotte, alle sconfitte brucianti.

Molti anni dopo, al velodromo di Glasgow, in un pomeriggio d’estate, la cucciola Fidanza, Arianna, è diventata grande: campionessa del mondo. Nella Corsa a punti: spunto veloce, intelligenza, colpo d’occhio, astuzia. Tutte doti di famiglia. Papà Giovanni ha pianto di gioia, ma non era solo: tutta la famiglia ha corso e ha vinto, idealmente, con la piccola Arianna.

 

La vittoria di Arianna Fidanza: il comunicato ufficiale

E’ l’azzurrina Arianna Fidanza che regala la prima medaglia nella rassegna iridata su pista, dedicata alla categoria juniores, in corso di svolgimento a Glasgow (Scozia) e ci riesce conquistando l’oro nella corsa a punti (39 p), dopo una performance che l’ha vista sempre nelle posizioni più alte della corsa. Non soltanto. L’azzurrina batte l’australiana Elissa Wundersitz (38 p.), argento al traguardo e la padrona di casa Hayley Jones, bronzo con 31 p.

“Si è deciso tutto all’ultima volata. Sapevo che l’australiana sarebbe partita lunga ed ho deciso di anticiparla. Ho sferrato il mio attacco a un giro dalla fine. E’ andata bene, sono molto soddisfatta” – dice Arianna Fidanza.

Campionessa italiana a cronometro, Campionessa italiana omnium, Campionessa europea nell’inseguimento a squadre donne conquistato a luglio insieme alle compagne Michela Maltese, Maria Vittoria Sperotto e Francesca Pattaro, oggi Arianna Fidanza aggiunge al suo già ricco palmares questo importante successo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.