alpedhuez1

Foto BrakeThroughMedia

Un milione di persone secondo gli organizzatori, duecento secondo la questura: quanti erano all’Alpe d’Huez? Tanti, tantissimi. Ciclismo in crisi? Quassù non si vede. L’Alpe d’Huez è come il Maracanà, uno stadio “mito” del ciclismo: e anche senza campioni carismatici, riesce a radunare una folla pazzesca. All’Alpe d’Huez bisogna esserci: è la festa globalizzata del ciclismo, l’omaggio più stravagante al Tour de France. Un evento che è occasione imperdibile anche per esibizionisti e ultrà della birra in compagnia. Con effetti decisamente esileranti e, qualche volta, irritanti e pericolosi. Ma è ben altra cosa rispetto a una qualsiasi partita di calcio. Altro clima, altra festa.

Jim Fryer e Iri Greco raccontano a modo loro la festa sull’alpe.

alpedhuez2alpedhuez3alpedhuez4alpedhuez10alpedhuez13alpedhuez11alpedhuez6alpedhuez7alpedhuez8alpedhuez12

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.