Foto LA CARRARECCIA (1)

Domenica 8 Settembre, con partenza da Bolsena, avrà luogo la Terza edizione de “LA CARRARECCIA” -Pedalando Indietro nel Tempo (nome italiano per le vecchie strade bianche), Cicloturistica con biciclette e abbigliamento d’Epoca. Per partecipare basta poco: una vecchia bici che abbia i pedali a gabbietta, il cambio in canna, un abbigliamento consono ed in stile possibilmente con la bicicletta che si inforca, tanta voglia di sudare e faticare su queste bici molto diverse dalle superleggere delle attuali e costose bici da corsa.

La Carrareccia di Bolsena si prefigge di diventare un riferimento a livello internazionale dopo la già affermata “L’Eroica” di Gaiole in Chianti come evento sportivo non competitivo, in cui vivere una giornata di amore e passione per lo sport ciclistico ripercorrendo strade bianche, attraversare luoghi di cultura, paesaggi straordinari e percorsi che hanno fatto la storia di questo sport con vecchie e gloriose biciclette d’epoca. Bolsena ed il suo territorio tra Lazio Umbria e Toscana sono uno dei più begli angoli d’Italia, la folta presenza di pubblico lungo tutto il percorso, vari ristori ricchi di tipicità locali dal vino (EST EST EST, Aleatico, Orvieto Classico e Cannaiola) ai dolci ed ai salumi, allestiti in stile degli anni 30 fanno di questa manifestazione un vero gioiello in cui tutti i partecipanti rimangono straordinariamente sorpresi ed entusiasti. La manifestazione che già lo scorso anno ha avuto un elevato numero di partecipanti si pone quest’anno l’obiettivo di superare quota 500 partenti, e soprattutto di portare sulla start list diversi appassionati internazionali come già accaduto nelle precedenti edizioni. Quest’anno il programma si è ulteriormente arricchito per la presenza in contemporanea allo svolgimento della Carrareccia, della presenza di Auto e moto d’epoca sullo stesso percorso della Carrareccia organizzato dall’Associazione “Piero Taruffi”.

Foto LA CARRARECCIA (2)In questa edizione oltre al “Classico” Giro del Lago di Bolsena di 54 Km. ed al percorso di 95 Km. che impegneranno i Ciclisti anche su tratti di strade “Carrarecce”, è stato inserito un ulteriore percorso di Km. 130. Gli “atleti e non “ prenderanno il via con partenza “alla francese” (partenza libera) dalle ore 7,30 sino alle ore 9 a seconda del tipo di percorso, tutti dalla “Rotonda del Lago di Bolsena” situata a pochi passi dal lago. Coloro che parteciperanno alla distanza medio e lungo si dirigeranno verso le colline prospicenti il lago per portarsi dal Lazio alla Regione Umbria in Torre San Severo, Porano fino ad avvicinarsi ad Orvieto e successivamente si fermerà nel centro abitato di Lubriano, di fronte alla suggestiva Rupe di Civita di Bagnoregio e la Valle dei Calanchi per congiungersi poi a Montefiascone (città dell’EST EST EST) con i partecipanti del percorso “Classico”. Il percorso proseguirà con la discesa “panoramica” verso il Lago di Bolsena, attraversando i comuni di Marta e Capodimonte, da qui il medio ed il classico continueranno in direzione Bolsena, gli atleti del lungo raggiungeranno su strade bianche il lago di mezzano sino alla Val d’Orcia (bassa Toscana) per fare poi rientro a Bolsena.

Foto LA CARRARECCIA (3)L’edizione 2013 verrà dedicata ed intitolata al primo Professionista della Tuscia: Giuseppe Caprio campione del ciclismo degli anni 20 e Campione Regionale nel 1925, suo nipote ed omonimo Giuseppe renderà omaggio prendendo parte alla manifestazione. Il programma è davvero ricco ed interessante ed inizierà già da sabato 7 con l’apertura degli stand degli espositori di bici ed abbigliamento d’epoca, con la visita alla vicina basilica di Santa Cristina e sede del miracolo del Corpus Domini nell’anno 1263 di cui si celebra il 750^ anniversario e per questo ricorre il Giubileo Straordinario nel 2013 e 2014; alle 16.00 si potrà prendere parte al giro guidato delle cantine con degustazione, per poi chiudere con la cena alle ore 20 .00 e concerto musicale dei “Taberna Vinaria”.

I preparativi sono in corso già da diversi mesi, la corsa al recupero dei vari “pezzi di ferro” a due ruote continua ormai a tambur battente in tutte le cantine e soffitte italiane, più sono arrugginite e sverniciate e più si è orgogliosi di quel pezzo che ha fatto la storia e la felicità del proprio nonno o del babbo, ed oggi riuscire a salirci sopra indossando quella stessa maglia di lana, quelle scarpine di cuoio così buffe rispetto alle ns. attuali ad “attacco rapido” rende tutti i partecipanti a queste manifestazioni felici e superbi, tanto da giustificare la cura di baffi e barbe un po’ desuete ma veri come quelli degli eroi ciclisti di inizio “900”.

Foto LA CARRARECCIA (4)I Partecipanti ed il pubblico sono i grandi protaganisti, i primi sfoggiando le fantastiche biciclette che fanno fatica a riconoscere anche gli originari proprietari e con quel minuzioso abbigliamento curato fin nei minimi dettagli, trattandosi infatti non di una gara, ma di una rievocazione di Ciclismo d’Epoca, i secondi con telecamere e macchine fotografica in mano pronta ad immortalare quel ragazzo o quell’amico che vestito così buffo sembra proprio uscito dalle foto d’epoca che abbiamo intravisto sui vecchi album. Alle ore 10,00, quindi dopo aver immortalato la partenza dei partecipanti de “La Carrareccia” che saranno impegnati lungo i vari percorsi, si svolgerà nelle vie del centro storico di Bolsena e nei viali del Lungolago, una “Pedalata Rievocativa” di soli 7 Km., pensata per dare la possibilità ai ciclisti molto giovani ed a quelli molto meno giovani di unirsi e sentirsi anch’Essi eroi e partecipanti all’evento.

All’Arrivo dei partecipanti de “La Carrareccia” e della Pedalata Rievocativa, raggiungeranno nuovamente La Rotonda di Bolsena, dove riceveranno come “pacco evento” uno zainetto contenente prodotti tipici offerti da aziende locali, una prestigiosa bottiglia di vino con etichetta personalizzata “La carrareccia”, appositamente realizzata per chi avrà ottenuto il brevetto “Bici d’Epoca”, infine una medaglia “commemorativa” per quanti avranno portato a termine il percorso “Lungo” di 130 Km. Successivamente i partecipanti potranno usufruire del servizio docce presso i locali impianti sportivi e di un delizioso pranzo sulle rive del Lago di Bolsena presso il caratteristico ristorante “Eden”.

Foto LA CARRARECCIA (5)L’iniziativa è stata organizzata dalla A.S.D. “Trombadore’s Team” –Ciclismo a 360°- composta da sportivi amanti delle 2 ruote, che già da qualche anno porta avanti varie iniziative per promuovere lo sport del ciclismo nel territorio della Tuscia con escursioni sportive, culturali ed enogastronomiche sia con la bici da strada che in Mountain Bike, senza disdegnare anche l’ agonismo puro, schierando infatti tra le sue fila vari atleti che durante l’anno si cimentano con buoni risultati nelle principali gare del centro Italia.

Per chi vorrà partecipare buon divertimento e buona pedalata, anzi BUONA PEDALATA LENTA!

Per maggiori info:

www.trombadores-team.com

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.