sellaronda_hero_2011_img_12

Non solo salite da scalare in bicicletta da corsa: la festa delle due ruote, sulle Dolomiti, è per tutti. Mountainbike comprese.

I migliori specialisti della mountainbike mondiale si sfideranno sabato 22 giugno 2013 in occasione della quarta edizione della Südtirol Sellaronda HERO. Grazie ai 3.013 iscritti provenienti da ben 33 Nazioni, l’edizione 2013 ha raggiunto un nuovo record di partecipanti. Va sottolineato che la gara che si terrà nel cuore delle Dolomiti assume una particolare importanza perché è l’ultima prova sulla distanza marathon prima dei Campionati mondiali in programma a fine mese in Austria. Al via sono attesi diversi big che renderanno la gara ancor più emozionante ed equilibrata.

A guidare il lotto dei favoriti è sicuramente il greco Ilias Periklis, campione iridato in carica. Ci sarà anche il vincitore dell’edizione 2012 della Marathon World Series, il tedesco Steffen Thum ed il campione del mondo 2004, il trentino Massimo De Bertolis. Questi tre atleti, che sicuramente animeranno la gara rendendola appassionante, dovranno vedersela con i vincitori delle ultime tre edizioni della HERO, l’altoatesino Klaus Fontana (2010), il ligure di Andora, Mirko Celestino (2011) ed il colombiano Leonardo Paez (2012). Outsider di lusso che potrebbero inserirsi nella lotta per il podio sono sicuramente, il finlandese Jukka Vastaranta, pluricampione nazionale nelle specialità del cross country e maratona, il tedesco Stefan Sahm, tre volte vincitore della Transalp, o il colombiano Jaime Yasid Chia Amay. Non è da sottovalutare la nutrita pattuglia di biker italiani composta, tra gli altri, dallo specialista delle lunghe distanze Marzio Deho ma anche da Christian Cominelli, Tony Longo, Luca Ronchi e Juri Ragnoli. In grado di stupire anche il russo – che vive in Italia – Alexey Medvedev più volte tra i migliori nelle prova marathon e lo spagnolo Inaki Nieto.

In campo femminile la grande favorita è Sally Bigham. La 35enne britannica è alla sua prima partecipazione alla Südtirol Sellaronda HERO. Nel 2012 ha vinto le UCI World Series e ai Campionati europei a Singen (GER) ha conquistato la medaglia d’argento. Nella primavera di quest’anno si è imposta in ben tre gare di Marathon. Le principali avversarie della Bigham sono la due volte vincitrice della HERO, la tedesca Katrin Schwing che lo scorso fine settimana ha vinto la gara di Willingen e l’austriaca Verena Krenslehner seconda nel 2012. Da seguire anche la specialista italiana delle lunghe distanze, Daniela Veronesi, oltre che Anna Ferrari, Lorenza Menapace e la madrina della Südtirol Sellaronda HERO, la pusterese Julia Innerhofer.
sellaronda_hero_2011_img_9

La HERO è una delle gare di mountain bike più impegnative e spettacolari al mondo nella specialità Marathon. Dopo solo tre anni di svolgimento, quest’anno è stata promossa nel circuito dell’UCI Marathon World Series, la Coppa del mondo per le lunghe distanze. A seguito della frana di inizio maggio sulla Dantecëpies (Selva Val Gardena) e la tanta neve caduta in quota nelle scorse settimane, il percorso attorno al gruppo del Sella, attraverso la Val Gardena, l’Alta Badia, Arabba, Val di Fassa e Alpe di Siusi, è stato leggermente modificato. Le distanze iniziali di 84 chilometri/4.300 metri di dislivello e 62 km/3.300 metri di dislivello sono state allunga rispettivamente a 90 e 65 chilometri.

«Si può fregiare col nome di HERO solo colui che ha portato a termine la gara e ha tagliato il traguardo. – dice Steffen Thum, vincitore della Marathon World Series del 2012 – Arrivare e descriversi eroe è una sfida anche per noi professionisti».

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.