82tappa_5

La tappa di oggi non è una tappa come un’altra. Si sviluppa e tocca le principali colonie della Magna Grecia, fino ad arrivare a Matera, la città dei sassi. In questa zona il vino ha ricevuto il riconoscimento DOC soltanto recentemente. Risale infatti al 2005 l’ufficializzazione della denominazione Matera DOC, di cui fanno parte tre rossi (il Matera Rosso, Primitivo e Moro) e tre bianchi (Bianco, Graco e Spumante). Vini dal carattere deciso, ma rotondo, come il profilo delle Dolomiti lucane, le brulle pendici dell’entroterra. Il terreno di tipo calcareo con ciottoli e ghiaia ed il clima temperato, rende questa zona particolarmente adatta alla coltura della vite. Una storia, quella del vino lucano, cominciata nel 1300 a.C.

79tappa_5Qui si trova uno dei miei vini preferiti da abbinare agli gnummareddi, involtini di interiora da cucinare alla griglia oppure ottimo con l’agnello arrosto che qui la fa da padrone nelle grigliate estive: il Malandrina, Matera “Moro” DOC dell’Azienda Agricola Masseria Cardillo. Un vino intenso e molto persistente, vellutato in bocca che ben si abbina alle carni. Oppure come il “Monade”, Basilicata Rosso IGT dell’Azienda Masseria Lanzolla di Montalbano Jonico , a base di Aglianico 100 per cento che sta benissimo con il Caciocavallo alla griglia. Una regione che personalmente amo moltissimo, eccezionale per l’enogastronomia, forse ancora poco conosciuta ma ricca di grandissime potenzialità. Tutta da scoprire e da assaggiare.

81tappa_5

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.