Il Giro d’Italia 2013 che ha osservato la memoria sul Vajont portandoci i suoi 200 ciclisti nella doppia tappa di settimana scorsa (arrivo a Erto e partenza da Longarone) troverà al traguardo finale di Brescia un gruppo di ciclisti, associati a FIAB, che hanno aderito al progetto “Tutte le Fiab d’Italia in bici a Erto per tutta l’estate“.

I soci delle oltre 100 associazioni FIAB pedaleranno per tutta l’estate per raggiungere Erto, in segno di solidarietà con la gente del Vajont e per avere consapevolezza diretta di quel che vi accadde 50 anni fa. Perché come ha scritto Fabio  Genovesi sul “Corriere della Sera” dopo la tappa di Erto “arrivi su pensando di sapere tutto e ti accorgi di non aver capito niente”.

A organizzarla è il gruppo Paciclica (nato 10 anni fa per andare alla Marcia della pace in bici anziché con altri mezzi) che dal 2008 ogni anno, nei giorni della ricorrenza d’inizio ottobre, porta una trentina di ciclisti da Brescia a Erto in due giorni di pedalate.

E’ la Pedalata d’impegno civile e ha il pieno gradimento del Comitato Cittadini per la Memoria del Vajont.

Per questo anniversario del 50° hanno pensato un progetto ambizioso, che permetta a tutte le Fiab d’Italia, ognuna per proprio conto, di mandare al Vajont una propria rappresentanza, fosse anche quella di un singolo iscritto. C’è un ampio periodo possibile per partecipare (non c’è neanche bisogno di iscriversi) che va dal 25 aprile al 9 ottobre. Basta che ogni gruppo o singolo, all’arrivo a Erto, si faccia una foto in autoscatto e la mandi all’indirizzo paciclica@gmail.com

Alla fine, tutte raccolte in un album-collage, andranno in omaggio al Museo del Vajont. A testimoniare la sensibilità di Fiab per il rispetto dell’ambiente.

Per ulteriori informazioni si veda il sito www.paciclica.it e la pagina sul sito FIAB.

Le foto sono di Francesco Sovilla.

[nggallery id=107]

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.