sorbillo2

Di Lorenzo Franzetti – Foto di Guido Rubino

Vicino a Spaccanapoli c’è una fila lunghissima, fuori dalla sua pizzeria: tutte le sere. Gino Sorbillo è il pizzaiolo più famoso di Napoli: sì, certo, grazie alla tivù (partecipa spesso a programmi televisivi dedicati alla cucina, in Rai, e non solo), ma soprattutto grazie alle sue straordinarie pizze.

sorbillo1Cuore napoletano al 100%, ma attenzione, con una passione “insospettabile”: la bicicletta. «Non mi dimenticherò mai il mio primo stipendio, guadagnato in una pizzeria, ovviamente: primo stipendio che andò per comprare la mia prima bicicletta, la più sognata. E fu soltanto la prima di molte altre. Oggi ho due bici da corsa, il ciclismo è la mia passione, quando la pizzeria mi concede un po’ di libertà».

Napoli si prepara alla partenza del Giro d’Italia: la città accoglierà i girini e la carovana già dai primi giorni della prossima settimana, fino a domenica. «E non è vero che a Napoli s’impazzisce solo al calcio. Ci sono anche tanti appassionati di ciclismo». E, per l’occasione, Gino Sorbillo ha pensato una sua pizza “a tema”: con una bella bicicletta commestibile, sopra la pasta e il pomodoro. Perché la pizza, secondo Gino, sarebbe un alimento perfetto per i ciclisti…«Perché è un simbolo della cucina mediterranea: la pizza è perfetta per chi fa ciclismo, per la semplicità dei suoi ingredienti. La pizza base, intendo, quella margherita, con pochi, ma ben scelti, ingredienti. Semplici e genuini».

Gino e il fratello Antonio mandano avanti la pizzeria “gioiello”, nel cuore di Napoli, tornata al suo splendore dopo l’incendio (brutta storia) dello scorso anno. E nei momenti liberi, Gino Sorbillo diventa corridore: «Pedalo fuori Napoli, però, e nei quartieri alti, come al Vomero. Qui in centro è un po’ complicato, soprattutto se vai in bici da corsa. Io mi distraggo e mi rilasso andando in zone poco trafficate. Ma mi piacerebbe un giorno, andare a pedalare in zone ancora più ciclistiche, sulle grandi montagne, per esempio».

Gino Sorbillo con gli amici e appassionati ciclisti: Mario Schiano, la moglie Assia Carbone e Francesco Borrelli

Gino Sorbillo con gli amici e appassionati ciclisti: Mario Schiano, la moglie Assia Carbone e Francesco Borrelli

Napoli e il Giro, Napoli e la bici: una città che accoglie il ciclismo, non senza qualche aspetto controverso… «Purtroppo, la città non è più abituata alle biciclette e pedalarci non è così facile, anche se ora, è stata fatta una prima pista ciclabile. E poi c’è un problema di sicurezza: la bici le rubano, come anche in altre città d’Italia, però. Io abito in una palazzina al primo piano, tenevo una bici sul balcone perché non avevo spazio in casa: ebbene, mi hanno rubato la bici, arrampicandosi sul balcone, che pure stava a parecchi metri  da terra».

Gino e la sua seconda passione… la prima è la pizza, naturalmente. E di bici e Napoli ciclabile ne parla spesso, con gli amici fidati: Mario Schiano e Francesco Borrelli. Produttore di bici, il primo, grande ambientalista il secondo. E un pizzaiolo ciclista. Che bel trio!

Gino Sorbillo è anche un blogger, tra i più letti in Italia e nel mondo, con ben due blog dedicati alla pizza:

uno è questo, http://www.accademiadellapizza.it/

La storia approfondita di Gino Sorbillo è pubblicata sul numero 3 di cycle!, dedicato al Giro d’Italia.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.