Mercoledì 24 aprile si terrà la decima edizione de La bicicletta di Lia, iniziativa promossa dal Teatro della Cooperativa e da ANPI Martiri Niguardesi in ricordo della partigiana Gina Galeotti Bianchi.

La manifestazione partirà alle 17.30 dal Teatro della Cooperativa (via Hermada 8) – la cui sala è dedicata alla partigiana Lia – dove verrà scoperta una targa commemorativa in occasione del centenario della sua nascita.

La biciclettata toccherà alcuni luoghi simbolo del periodo della Resistenza e della Liberazione di Milano: si percorrerà la via Graziano Imperatore dove Lia è stata uccisa, per poi sostare nei pressi dei nascondigli che i partigiani usavano per scappare dall’Ospedale di Niguarda. Altra tappa sarà Piazzale Loreto, teatro di due eventi che hanno segnato la storia del nostro Paese: la strage del 10 agosto 1944, in cui i soldati della Legione Autonoma Mobile Ettore Muti fucilarono quindici partigiani antifascisti, e l’esposizione del corpo di Mussolini dopo la sua esecuzione.

Il corteo si concluderà in Corso Buenos Aires davanti al Teatro Elfo Puccini, dove dal 23 fino al 30 aprile sarà in scena lo spettacolo Nome di Battaglia Lia per la regia di Renato Sarti, dedicato proprio a Gina Galeotti Bianchi e al fondamentale ruolo che le donne ebbero nella lotta di Resistenza.

Quest’anno l’iniziativa si avvale anche della collaborazione della FIAB Ciclobby onlus, associazione milanese che da oltre 25 anni promuove la mobilità sostenibile attraverso l’uso della bicicletta.

Alla manifestazione parteciperanno alcuni esponenti dell’ANPI e Renato Sarti, direttore artistico del Teatro della Cooperativa.

Info: 02 64749997 – www.teatrodellacooperativa.it – info@teatrodellacooperativa.it

Ufficio Stampa: Maurizia Leonelli – 347.5544357

La lapide di via Bartolini 49, zona Musocco (Milano).

La lapide di via Bartolini 49, zona Musocco (Milano).

La lapide di via Imperatore Graziano, 32, zona Niguarda, nel luogo dove venne uccisa la partigiana Lia, nome di battaglia di Gina Galeotti Bianchi.

La lapide di via Imperatore Graziano, 32, zona Niguarda, nel luogo dove venne uccisa la partigiana Lia, nome di battaglia di Gina Galeotti Bianchi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.