Foto La presse

Foto La presse

Uno scatto secco sull’ultimo strappo verso Chieti e lo spagnolo Rodriguez conquista la quinta tappa della Tirreno – Adriatico. Prima della sua azione, grande battaglia fra gli uomini di classifica. Froome (giunto sesto) conquista la Maglia Azzurra.

Alcune dichiarazioni dalla conferenza stampa di Rodriguez e Froome.

JOAQUIN RODRIGUEZ

La Tirreno: “La Tirreno – Adriatico è una corsa che mi piace molto. Anche l’anno scorso ho vinto. Ma quest’anno, considerato il livello altissimo dei miei rivali, è ancora più significativo, soprattutto per la mia convinzione.”
La vittoria: “Vincere da favorito sembra molto facile, ma non lo è. Dietro questo successo c’è tantissimo lavoro. Detto questo, come Cancellara nelle cronometro e Cavendish nelle volate, quando ci sono strappi come questo, il favorito sono io.”
La tappa di domani: “Froome ha uno squadrone ma domani è una tappa molto dura. Secondo me, 20 secondi su Contador possono essere sufficienti ma lo stesso vantaggio su Nibali potrebbe non bastare, perchè lui va davvero molto forte a cronometro. Noi non abbiamo niente da perdere, sicuramente faremo entrare almeno un uomo nelle fughe. Stasera guarderemo bene la classifica e poi studieremo la strategia.”

CHRISTOPHER FROOME

La conquista della Maglia Azzurra: “E’ stato un finale davvero difficilissimo. Quando mancavano 50 km all’arrivo, sul Passo Lanciano, abbiamo incrementato il ritmo per mettere pressione alla Maglia Azzurra. Il piano era di mettere il maggior spazio possibile fra me e Kwiatkowski sulle due salite finali. La squadra ha fatto letteralmente esplodere il gruppo, questa Maglia è di tutto il team. Poi ho visto Rodriguez attaccare ma sapevo che lui non era troppo pericoloso per la classifica. L’obiettivo era di conquistare la Maglia Azzurra e ci siamo riusciti.”
Il vantaggio: “Ho imparato una cosa correndo contro avversari come Contador: non è mai finita, fino a che non è finita. Mi aspetto grande battaglia anche domani e poi dovrò dare tutto quello che mi sarà rimasto fino alla linea del traguardo della cronometro conclusiva. ll mio vantaggio non è molto ampio, tutto può ancora succedere.”
Contador: “Mi sembra giusto e normale che Contador provi a recuperare secondi facendo anche le volate per i traguardi volanti. Ognuno è qui per vincere e, giustamente, lui fa la sua corsa. Oggi magari ha guadagnato lui, domani forse guadagnerò io: è la corsa ed è bello che sia così.”

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.