Pamela Villoresi

Pamela Villoresi

Lei pedala. È Coppi. È donna. È un’attrice di teatro. Ma è anche la sorella del Campionissimo. È Maria. Una Coppi. Che ti credi. Una Coppi che pedala per scongiurare la fine. Ma non basta. O basta. Per raccontare una storia. Dell’Italia. La nostra Italia. Per tornare indietro e non finire mai di scrivere pagine e trasmettere il verbo. Il verbo di Coppi. Il mio Coppi, pedala pedala. Pamela Villoresi spinge sullo spinning, non può una bici vera non può, fa rumore. Toglie il silenzio dell’ascolto. Ma lei pedala ed è arte, teatro, fantasia del ciclismo. Di un eroe che continua ad esserlo. A dispetto dei tempi. E del tempo. Il celeste della Bianchi, le calzine bianche arrotolate in fondo, poco prima delle scarpe. Quell’aria triste e fiera di una famiglia del Tortonese. Fra Piemonte e Liguria. Coppi e la sua storia. Erano i tempi dell’Italia da fare e da vivere. Con Fausto e tutto quel che gira attorno. Una fuga da non interrompere mai e poi mai. Un grande amore. Per Coppi. Il Mito. Il campione. E il fratello. In teatro. Da Castellania a Roma. Pensate un po’. Proprio a Roma, a Palazzo Santa Chiara, va in scena la prima teatrale di un monologo che ha “vampirizzato” tutti, come dice lei, l’attrice, sorridendo fra passione ed emozione: Pamela Villoresi dal Campidoglio!

villo coppi2Eccola il nostro Grande talento del teatro, un teatro che è italiano e c’è pure lui. Incredibile. Sopravvive. Eccola Pamela toscana (e forse un po’ bartaliana…) che vampirizza tutti sulla sua strada coppiana: a cominciare da Maurizio Panici, regista che rivela la “fissa” del ciclismo. E il grande AlbeRosa, bolognese con arte e parte (ex Beghelli va mo là), che sa contagiare tutti e la allena da tempo questa Maria Coppi: con uno scritto di passione e di amore per il ciclismo. Senza pudore. Li contagia tutti, con Coppi. Anche questa gente di teatro. Dove c’è anche lei, Dada Morelli, un’altra donna, a trascrivere per il teatro: a dare frasi tempo ritmo al testo perché Pamela, anzi Maria, canti un’epopea dei sentimenti e del pedale italiano. Senza sbagliare accenti. Non dico la flessione dialettale alessandrintortonese, ma certo non Còppi, ma Coppi con la o stretta come si deve per sentirsi in famiglia…. Eccolo Il Mio Coppi in teatro. Come nasce. Come vive. Come non muore, rivive.

 

Il quotidiano La Stampa nel suo dorso di Alessandria e sull’on line ha di recente pubblicato un omaggio, una bella intervista, allo spettacolo teatrale della grande Pamela Villoresi. Lo segnaliamo su cyclemagazine.eu fra i ritagli preziosi della cultura del ciclismo coppiano. Che continua a pedalare forte e fa breccia, toccando come si deve la sensibilità giornalistica di molti cicloraccontatori. E di Giornalisti. Godetevi questa intervista rilasciata dall’attrice alias Maria Coppi al bravo Brunello Vescovi a questo link:  http://edizioni.lastampa.it/alessandria/articolo/lstp/36022/

l Mio Coppi pedala in Tour. Tour con Pamela. Le nuove date:

14-03-2013, ore 21:00
Teatro Comunale
Mercato San Severino (Salerno)

12-03-2013, ore 21:00
Politeama Pratese
Prato

10/11-03-2013, ore 21:00
Teatro Mancinelli
Orvieto

09-03-2013, ore 21:00
Teatro Comunale
Casalpusterlengo (Lodi)

08-03-2013, ore 21:00
Teatro Lo Spazio Vuoto
Imperia

07-03-2013, ore 21:00
Teatro San Girolamo (Teatro del Giglio)
Lucca

06-03-2013, ore 21:00
Teatro Paolo Giacometti
Novi Ligure (Alessandria)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.