5

Foto di Guido Rubino

Un museo nazionale, per celebrare sua maestà la bicicletta: nelle Fiandre ha un senso, perché la bici è parte viva, è la storia e l’orgoglio di un popolo. Il museo nazionale si trova a Roeselare: un vero gioiello, con un percorso espositivo che insegna a tutti, e in particolare, alle giovani generazioni, un po’ di storia: Roeselare è nel mezzo di una ragione che vive a pane e ciclismo, o meglio, a pane e classiche. Tuttavia, il museo della bicicletta è qualcosa di molto diverso rispetto a quello forse più noto, dedicato al giro delle Fiandre e che si trova a Oudenaarde.

La storia della bicicletta, in primis, e poi onore ai campioni fiamminghi: dai miti, come Eddy Merckx, ai talenti maledetti e sfortunati, come Vandenbroucke e Monsere. Jean Pierre Monsere era di Roeselare, era la stella annunciata, ma un assurdo incidente se lo portò via, durante una kermesse, nel 1971. Al museo si ricordano storie intense e profonde, si ricostruisce per non dimenticare: un esempio di come deve essere un museo della bicicletta, chissà che non ispiri altri musei, soprattutto italiani, in cui è trascurato il percorso storico.

http://www.wielermuseum.be/

[nggallery id=78]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.