gara ciclistica Tirreno-Adriatico

L’australiano del Team Orica GreenEdge, Matthew Goss, ha vinto la seconda tappa della Tirreno – Adriatico con arrivo a Indicatore (Arezzo).
Nello sprint di gruppo compatto, Goss ha battuto l’italiano Manuel Belletti (AG2R La Mondiale) e il tedesco Gerald Ciolek (MTN – Qhubeka).
La Maglia Azzurra – Banca Mediolanum, di leader della classifica generale, è rimasta sulle spalle del britannico Mark Cavendish (Omega Pharma – Quick Step), giunto quinto sul traguardo.

Alcune dichiarazioni dalla conferenza stampa di Cavendish e Goss.

MARK CAVENDISH

La volata: “Volevamo assolutamente vincere ma, come avete potuto vedere, l’ultimo giro è stato abbastanza caotico con le squadre degli uomini di classifica che volevano tenere i loro capitani davanti, oltre naturalmente a tutte quelle di noi velocisti”.

Il lavoro della squadra: “Oggi purtroppo non siamo stati impeccabili. Non so esattamente cosa sia successo ma eravamo indietro già prima dell’ultimo chilometro. Poi, quando io sono partito, ero “lungo” e così non sono riuscito a tenere la mia ruota davanti a tutti.”

La precisazione: “Ci tengo però a dire che Goss ha vinto meritatamente. So che noi abbiamo la migliore squadra qui alla Tirreno e se lavoriamo come si deve, abbiamo ottime possibilità di vittoria.”

MATTHEW GOSS

La soddisfazione: “È un gran giorno per la mia squadra e per me. Dopo il risultato non ottimo ieri nella cronometro a squadre, è arrivata questa importante vittoria. Io sono veramente molto contento anche perchè la Tirreno – Adriatico è la mia prima corsa in Europa.”

Lo sprint: “Durante i passaggi sul traguardo, con la squadra avevamo concordato un punto dove iniziare a lavorare per la volata. Sagan è partito lungo, io ho preso la sua ruota perchè sapevo che era presto e non avrebbe potuto tenere fino in fondo, è andata come avevo immaginato.”

La Milano – Sanremo: “La Sanremo è una corsa che io amo e che ho già vinto due anni fa. Sono in ottima forma e spero di trovarmi nel gruppo che si giocherà la vittoria. È senza dubbio uno dei miei più grandi obiettivi di quest’anno.”

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.