GP Nobili 2013 - Stresa

Una nuova stella nel firmamento del ciclismo mondiale: Bob Jungels si presenta alla ribalta e conferma di essere un grande talento vincendo il 16° Gran Premio Nobili Rubinetterie – 10a Coppa Papà Carlo – 5a Coppa Città di Stresa al termine di una spettacolare azione solitaria.

Partito al km 11 con l’austriaco Marco Haller della Katusha, lo spagnolo Eloy Teruel della Movistar ed il colombiano Edwin Avila Vanegas della Colombia, il ventenne lussemburghese ha salutato la compagnia sulla seconda ascesa di Massino Visconti, quando mancavano poco più di 30 chilometri al traguardo, e ha resistito al ritorno del gruppo. A proposito del gruppo – dal quale dopo 130 km si sono sfilati prima Cancellara e poi Nibali – è evidente che abbia sottovalutato l’azione dei fuggitivi (il cui vantaggio massimo è stato di 9’15” al km 101) iniziando in maniera tardiva la rimonta.

Il gruppo ha tentato invano di recuperare terreno, ma il giovane talento della Radioshack Leopard ha resistito presentandosi sul lungolago di Stresa in perfetta solitudine. Onore al team Astana, che praticamente ha lavorato da sola tutto il giorno per controlare la corsa e ha piazzato Simone Ponzi al terzo posto, e alla Saxo Bank con Contador che si è messo al servizio di Bennati, vincitore della volata per il secondo posto.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.