Gruppo17Poco più di due mesi al via, il sole che fa capolino nella nebbia, il ghiaccio che si scioglie, il tempo che repentino cambia: una ritualità che il ciclista ben conosce in questo periodo dell’anno e che sa dominare nell’unico modo che conosce: inforcando la bicicletta e mettendosi a macinare chilometri. Perché la Granfondo fi’zi:k – Città di Marostica è alle porte, il 28 aprile è “domani”.

E come l’adrenalina è già in circolo per gli amanti delle due ruote, anche lo staff dell’ASD B-Sport Cycling è da tempo in pista affinché la quarta edizione di una delle granfondo più spettacolari del circuito sia ancora una volta un successo. Se squadra vincente non si cambia, i percorsi amati restano tali per la gioia di tutti gli appassionati che si ritroveranno tra gli splendidi scenari della Valdastico e dell’Altopiano di Asiago. Due quindi restano i tracciati di gara: Granfondo (di 154 km e 2.970 metri di dislivello) e Mediofondo (di 100 km e un dislivello di 1.670 metri), punto di partenza e arrivo ancora una volta la spettacolare Piazza Castello, dove da oltre 50 anni (negli anni pari) si disputa la partita a scacchi con personaggi viventi.

Il contorno paesaggistico di questa Granfondo è davvero unico, oltre alla città di Marostica, roccaforte medievale, luogo ricco di fascino e storia, se la primavera decide di presentarsi per tempo i ciclisti saranno avvolti anche dall’esplosione di colori tenui dei ciliegi in fiore, sì perché le lingue d’asfalto che lambiranno le ruote come onde la riva, porteranno i temerari da Marostica a Pianezze, Movena fino a Salcedo, località nota sin dal ‘400 per la bontà delle sue ciliegie. Da qui, tra i saliscendi in Valdastico, si risalirà fino a Pedescala e si inizierà a fare sul serio perché l’Altopiano di Asiago sarà lì maestoso, immobile e altezzoso, come un felino in attesa della sua preda. Il versante da affrontare sarà quello di Castelletto di Rotzo, 12 km pedalabili senza troppe difficoltà (per quanto conceda un dislivello di 635 metri), dove si rimarrà per un poco in quota tra i 900 e i 1000 metri con transiti nei pressi di Asiago e Campo di Mezza Via, cima Coppi di gara a 1061 metri di altitudine.

colore4Dopo circa 80 km in comune, il percorso si dividerà tra corto e lungo. Chi opterà per il primo potrà lasciarsi andare lungo la discesa di Crosara per raggiungere il traguardo a Marostica; chi invece avrà scelto il “lungo” dovrà essere pronto perché oltre a risalire nuovamente a Salcedo, si troverà di fronte il Monte Corno, teatro della famosa cattura di Cesare Battisti e Fabio Filzi per opera degli austriaci durante la Prima Guerra Mondiale. Solo quando la vetta sarà stata conquistata si potrà riprendere fiato a pieni polmoni per  una decina di chilometri, prima di lanciarsi lungo la discesa di Crosara e tagliare il traguardo di Piazza Castello, al cospetto del Castello Inferiore oggi Palazzo Municipale.

Le bellezze dei luoghi non saranno solo appannaggio di chi avrà il pettorale addosso. Quest’anno lo staff dell’ASD B-Sport Cycling e dello Studio RX propone pacchetti viaggio studiati sia per le esigenze dei corridori (con ad esempio la possibilità di effettuare il check-out dall’albergo – è disponibile una lista di strutture a prezzi agevolati – nel primo pomeriggio; o la possibilità di trovare il proprio pettorale direttamente in camera), sia degli accompagnatori per i quali saranno organizzate visite guidate nel centro storico di Marostica come nelle zone limitrofe, offrendo così la possibilità di vivere una due giorni nel vicentino unica nel suo genere. L’evento patrocinato dalla Provincia di Vicenza e dalla Regione Veneto si propone come “la gara” pensata per tutti.

Inutile dire quindi che è meglio affrettarsi ad iscriversi perché le griglie saranno presto full, non solo per la tecnicità dei percorsi, ma anche perché la Granfondo, essendo inserita nei circuiti Challenge Giordana,  Nobili e SuperNobili delle Granfondo e Gran Prix Endurance RX, oltre ad essere prova del Campionato Provinciale UDACE Vicenza, è uno degli appuntamenti più affollati dell’inizio stagione. Il tutto è semplice e veloce consultando il sito della manifestazione www.granfondofizik.it dove è possibile trovare tutte le informazioni sulla prova veneta.

Non resta che allenarsi ed essere al meglio della forma per dare… “scacco matto” alla fatica e tagliare per primi il traguardo.

Info: www.granfondofizik.it

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.