13022013-IMG_3621

Noemi Cantele, campionessa varesina, posa davanti a cycle!

La bici non è solo un oggetto a due ruote, due pedali, catena e pignoni: la bici è cultura. Il ciclismo, oggi, ha bisogno di guardare oltre, oltre ogni esasperazione, e recuperare certi valori innegabili e da rivalutare. Mario Minervino, con la sua Cycling sport promotion, avrebbe potuto organizzare semplicemente una gara ciclistica, una prova di Coppa del mondo femminile, ma ha voluto guardare oltre: alla bici come straordinario strumento per fare cultura, per valorizzare un territorio (la provincia di Varese), per promuovere uno stile di vita, per affermare diritti. In questo caso i diritti negati a molte donne, nel mondo.

Nel contesto della Coppa del mondo femminile, in programma a Cittiglio il prossimo 24 marzo, ecco allora prendere forma un altro evento, che va oltre: una pedalata per tutti, donne, uomini, bambini, giovani e meno giovani, atleti ed ex cicliste, cicloturisti o neofiti, appassionati della domenica o semplicemente famiglie che vogliono vivere una domenica diversa. Speciale.

Quando? Il 10 marzo. Dove? A Laveno Mombello, in provincia di Varese. Con chi? Naturalmente con noi di cycle! e con la

All'evento ha partecipato una quinta elementare di Cittiglio. Minervino punta molto sui bambini

All’evento ha partecipato una quinta elementare di Cittiglio. Minervino punta molto sui bambini

nostra filosofia. Perché? Per promuovere un territorio e le sue bellezze, tra Laveno Mombello e Casalzuigno, e, soprattutto, per promuovere un impegno a favore di tutte le donne, soprattutto di quelle a cui vengono sistematicamente negati i diritti fondamentali.

Cycle! pedalata per Lei è questo e molto altro, con il coinvolgimento anche del Fai, il Fondo per l’ambiente italiano, che metterà a disposizione dei partecipanti uno dei suoi gioielli, la Villa Bozzolo di Casalzuigno, per una sosta ricreativa durante la pedalata. Una pedalata facile, pensata per incontrare gente, per parlare con loro, per far nascere amicizie e per apprezzare un territorio.

13022013-IMG_3605La pedalata del 10 marzo si occuperà anche di raccolta fondi e di promozione di una campagna di Action Aid, un progetto mirato alle donne dell’Afghanistan, vittime di violenze e senza tutele legali e civili. La bici è simbolo di libertà, è tolleranza allo stato puro:  per questo motivo, nel contesto di una gara di Coppa del mondo, può esistere anche una pedalata per promuovere solidarietà e diritti.

L’evento è stato presentato al pubblico al grattacielo Pirelli di Milano: erano presenti oltre allo staff di 13022013-IMG_3612Mario Minervino, gli assessori allo Sport e Giovani della Regione Lombardia ,Filippo Grassia, all’Ambiente Energia e Reti, Leonardo Salvemini, il sindaco di Cittiglio (VA) Fabrizio Anzani, il sindaco di Laveno Mombello (VA) Maria Graziella Giacon, l’assessore allo sport, Roberto Bianchi, la campionessa e Consigliere Nazionale FCI, Noemi Cantele, il presidente del Comitato Regionale FCI Francesco Bernardelli, il presidente del Comitato Provinciale FCI, Massimo Rossetti e i bambini della quinta classe della scuola elementare di Cittiglio. Questi bimbi sono i protagonisti di un importante progetto, reCycling, che unisce bici ed ecologia: anche loro sono cycle!style…

Lorenzo Franzetti parla della pedalata dedicata ai diritti delle donne.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.