froome

Ottimo inizio di stagione con i campioni targati Sidi Sport subito grandi protagonisti, tra gennaio e febbraio, sulle strade di tutto il mondo dall’Australia al vecchio continente passando anche per il Medio Oriente e l’Africa. Un successo davvero globale per Sidi Wire, la calzatura top di gamma della collezione 2013 per la strada, che accompagna i campioni della scuderia Sidi.
Tra le numerose vittorie ottenute in questo avvio di stagione, solo per citarne alcune, troviamo la prima del 2013, quella di Andrea Palini (Lampre-Merida) sulle strade africane della Tropicale Amissa Bongo e poi quelle al Tour Down Under, in Australia, di Geraint Thomas (Sky Procycling), nella seconda tappa, e di Tom Jelte Slagter (Blanco Pro Cycling) vincitore della terza tappa e della classifica generale finale.
Bottino pieno per Sidi in Oman con le vittorie di tappa di Peter Sagan (le prime del 2013 per la nuova Cannondale Pro Cycling) e i centri di Purito Rodriguez (Katusha), del campione francese Nacer Bouhanni (Francaise des Jeux) e soprattutto di Chris Froome (Sky Procycling) vincitore di una tappa e della classifica finale del Tour of Oman.
Sidi che ha lasciato subito il segno anche sulle strade europee. Il campione del mondo della cronometro Tony Martin ha vinto la crono e la classifica finale della Volta ao Algarve, in Portogallo, davanti a un altro dei campioni Sidi il polacco Michal Kwiatkowski (Omega Pharma – Quick-Step), secondo. Sempre nella breve corsa a tappe portoghese si è messo in evidenza anche il colombiano Sergio Henao (Sky Procycling) vincendo la terza tappa con arrivo in salita. In Italia Filippo Pozzato (Lampre-Merida), da sempre uno degli atleti più rappresentativi della scuderia Sidi, ha vinto il Trofeo Laigueglia, la classica che quest’anno ha ufficialmente aperto il calendario italiano. In Spagna Alejandro Valverde (Movistar) ha fatto sua la Vuelta Andalucia Ruta del Sol vincendo anche il prologo inaugurale e la tappa finale.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.