31012013-IMG_7506di Lorenzo Franzetti e Gino Cervi (foto Guido Rubino)

cycle! non è solo un magazine e nemmeno un network: è anche un modo tutto nostro per incontrare persone con le loro storie. Storie di bici e di piccole e grandi imprese: le serate cycle! sono a base di buon vino e cultura popolare. Il nostro ciclismo è anche quello raccontato da Franco Bitossi, è una leggenda ricordata da Roberto Poggiali, primo a Marcinelle, nel 1965, alla Freccia Vallone. Cento persone con la voglia di ascoltare, ma anche di ricordare: a San Piero a Sieve, nel cuore del Mugello, la patria di Gastone Nencini. Da queste parte i bambini nascono con le ruote, o a due o a quattro: le passioni sono a pedali e a motore.

Buon Chianti e pasta casereccia: a scaldare la serata, ci pensa “cuore matto”, capitano generoso, assistito dai suoi gregari, Laghi e Chiarini. E come un fiume, Roberto Poggiali rispolvera ricordi a ripetizione: parla di Merckx, di Gimondi, di Giro e di Tour, ma soprattutto di emozioni. Emozioni a pedali, genuine e sincere, quelle che vuol trasmettere cycle!

Alla Polisportiva di San Piero a Sieve si è brindato al ciclismo come piace a noi: con gregari di ieri e di oggi, campioni immortali e romantici dello sport. E tra parole, pensieri e sorrisi, si scopre a fine serata che un campione del passato come Franco Bitossi, un gregario del presente, come Riccardo Chiarini, e un professore di filosofia, come Walter Bernardi, hanno molti, anzi moltissimi argomenti in comune: perché la bici aiuta a pensare, fa bene al fisico e alla mente. Come piace a cycle!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.