donne1In bici si scalano montagne, si compiono grandi imprese, oppure si può provare a cambiare il mondo. Partendo da piccoli gesti, imparando a guardare il mondo da un sellino, a misura d’uomo, anzi a misura di donna. Noi di Cycle! ci proviamo: il 10 marzo vi invitiamo al primo grande evento promosso dalla nostra testata. Una pedalata per tutte le donne, per promuovere il rispetto dei diritti delle donne: come anche il diritto a pedalare, che in certi Paesi è vitale per fuggire dalla poverà. In nome di un diritto che non in tutto il mondo è garantito.

Ecco la nostra proposta: “Cycle! Pedalata per LEI”. Sarà un evento organizzato grazie ai mezzi e all’entusiasmo di un team affiatato, ovvero la Cycling sport promotion di Mario Minervino.

La prima pedalata Cycle! si terrà il 10 marzo, in provincia di Varese: partenza e arrivo a Laveno Mombello, splendida cornice sul lago Maggiore, in provincia di Varese, e facile da raggiungere anche con i treni e i traghetti.

Cycle! debutta così in un contesto prestigioso e con un impegno preciso: la pedalata del 10 marzo si terrà nel contesto degli eventi legati alla Coppa del mondo di ciclismo femminile, una gara internazionale, con tutte le atlete più forti, che si correrà il 24 marzo, a Cittiglio (Va).

Mario Minervino ha intuito le potenzialità di Cycle! e ci offre la possibilità di promuovere un nuovo modo di vedere la bici, ma anche un nuovo modo di raccontare il ciclismo.

«L’evento è nato da un incontro con Lorenzo Franzetti, giornalista varesino di “Cycle!” – ha dichiarato un entusiasta Mario Minervino – poi subito appoggiata da Maurizio Stara, responsabile delle Ippovie Padane e dell’Ufficio del Turismo di Laveno Mombello. Penso che la bicicletta non debba rappresentare solo un attrezzo sportivo, ma anche un importante mezzo di cambiamento sociale».

A favore delle donne, contro le discriminazioni e i diritti negati: ma in bici ci saranno anche atleti e appassionati. L’intero movimento ciclistico varesino verrà mobilitato per questo evento: «Saranno coinvolti nella manifestazione numerosi atleti disabili, membri di enti e associazioni operanti sul nostro territorio provinciale e diverse società ciclistiche con i loro atleti giovanissimi. E non solo: vogliamo coinvolgere anche le associazioni di volontariato».

La partenza ufficiale, domenica 10 marzo, sarà data alle ore 11 da Piazzale Europa (stazione Nord) a Laveno Mombello, con la possibilità quindi, per i partecipanti provenienti da fuori provincia, di raggiungere facilmente la località di ritrovo con la linea ferroviaria TreNord da Milano e Varese, oppure utilizzando i traghetti della Navigazione Lago Maggiore dal vicino Piemonte. Da Laveno si partirà quindi alla volta di Cittiglio, cuore pulsante del Trofeo Alfredo Binda, fino a raggiungere l’incantevole borgo di Casalzuigno (breve sosta con rinfresco all’interno della splendida Villa Della Porta Bozzolo di proprietà del Fai), prima di fare ritorno nuovamente sulle sponde del Lago Maggiore.

La manifestazione si avvarrà, poi, dalla prestigiosa collaborazione del Fai, il Fondo per l’ambiente italiano, che, per l’occasione del 10 marzo, ospiterà i partecipanti in uno dei suoi meravigliosi monumenti, la villa Bozzolo di Casalzuigno (Va).

La prima edizione di “Cycle! Pedalata per LEI” sarà un evento assolutamente no profit e raccoglierà preziosi fondi per sostenere un progetto Action Aid incentrato sulla difesa diritti delle donne nel terzo mondo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.