[Da Curzio Malaparte, Deux visages de l’Italie (1949), oggi in Coppi e Bartali, Adelphi 2009]

Fausto è un uomo moderno. È già un uomo moderno. Il grande segreto di Coppi (o meglio, il grande segreto della sua generazione), ciò che lo rende un campione più vicino alle folle di qualsiasi altro campione internazionale, è la qualità tutta moderna del suo fisico e del suo morale. Tra Bartali e Coppi esiste la medesima differenza che c’era, nel 1935, tra una Fiat e una Bugatti, la stessa che corre oggi fra un aereo ad elica e un aereo a reazione».

Coppi e un gelato, a Livorno nel 1954

Coppi e un gelato, a Livorno nel 1954

Una risposta

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.